Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Laboratorio Naturale - Shop online: sapone naturale, bava lumaca bio, latte asina bio, aloe bio

Vulcanelli di fango segnalati anche nella valmisa a Serra de’ Conti e Barbara

Clamore dopo il video diffuso nel fermano; Dignani: "Fenomeni conosciuti e ben presenti nelle Marche"

10.736 Letture
commenti
Vulcanelli a Serra de' Conti

Sono divenute ben presto virali le immagini dello strano fenomeno che sta interessando le Marche ed in particolare il fermano: i vulcanelli di fango.A focalizzare l’attenzione del web è stato un episodio verificatosi dopo la scossa sismica del 30 ottobre a Santa Vittoria in Matenano: il breve clip, immortalato in un video dal vicesindaco Romano Rastelli e diffuso su facebook, ha scatenato il susseguirsi di numerosissime e talvolta bizzarre spiegazione.

A fare un pò di chiarezza ci ha pensato il geologo Andrea Dignani contatto dal portale www.civetta.tv che ha spiegato che si tratta di fenomeni conosciuti e ben presenti nelle Marche: “Un vulcanello di fango – spiega il geologo Andrea Dignaniè una piccola collina di forma allungata, alta da pochi decimetri a diversi metri, che erutta argilla, satura d’acqua, unita a sostanze saline come acque salso-bromo-iodiche, ed anche metano e idrocarburi (bitume). La genesi dei fanghi è da attribuire alla risalita di acqua e gas sotto pressione attraverso discontinuità strutturali nelle formazioni geologiche o attraverso vere e proprie faglie. Quando i vulcani di fango si trovano presso un vulcano di lava, in generale emettono anidride carbonica (CO2); questo perché il metano primordiale reagisce con l’ossigeno.Vulcanelli a Serra de' Conti Nelle Marche le attività dei vulcanelli di fango si associano all’attività sismica – prosegue – occorre però avere delle condizioni predisponenti come la presenza di fratture o faglie nelle formazioni geologiche, avere dei depositi argillosi poco consistenti e saturi di acqua, con il terremoto si creano delle altre sovrappressioni dell’acqua che porta l’argilla ad emergere dalla terra fino a quando tale sovrappressione non sarà esaurita, quindi il fenomeno cessa e potrà riattivarsi durante il prossimo terremoto. Nelle Marche – ripeto – si trovano nei comuni di Serra de Conti, Barbara, Montegiorgio, Falerone, Montappone, Monteleone di Fermo, Rotella, Offida e Santa Vittoria in Matenano.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!