Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Play Sport Corinaldo - Dal 1983 tutto per lo sport. Attrezzature per running ed escursionismo

Corinaldo: sorvegliato speciale viola l’obbligo di soggiorno, arrestato

Un quarantatreenne in manette anche per resistenza ai Carabinieri

3.584 Letture
commenti
Carabinieri, Gazzella

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato un sorvegliato speciale di pubblica sicurezza 43enne, residente a Corinaldo, per i reati di: “violazione alle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza” (previste dal codice delle leggi antimafia) e “resistenza a pubblico ufficiale”.


Nella notte tra giovedì 18 e venerdì 19 maggio, la pattuglia della Stazione di Corinaldo ha eseguito un controllo presso l’abitazione del 43enne per controllare l’osservanza delle prescrizioni imposte.

L’uomo, che dal luglio 2016 ha l’obbligo di rimanere in casa dalle 22:30 alle 7:00 del mattino, però non è stato trovato nell’abitazione.

Dopo una breve battuta di ricerca in paese, intorno alla mezzanotte, il 43enne è stato rintracciato davanti ad un esercizio pubblico in via Borgo di Sotto.

Alla vista della pattuglia l’uomo – riferisce la Compagnia di Senigallia guidata dal Maggiore Cleto Bucci – “ha dato in escandescenza apostrofando i Carabinieri con parole offensive; quindi, si è rifiutato platealmente di eseguire l’ordine di fare immediato rientro a casa”.

I militari hanno quindi riaccompagnato il quarantatreenne in caserma: a quel punto il sorvegliato speciale avrebbe opposto resistenza, strattonando due Carabinieri per divincolarsi e darsi alla fuga, prima che i militari non riuscissero ad ammanettarlo, dichiarandolo in arresto.

Inoltre la successiva perquisizione ha evidenziato che l’uomo aveva addosso una dose di cocaina, motivo per cui sarà segnalato per uso personale non terapeutico di sostanza stupefacente.

Il 43enne, espletate le formalità di rito, è stato riaccompagnato alla propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Nella mattinata di venerdì 19 maggio al Tribunale di Ancona si deciderà per la convalida dell’arresto e l’eventuale rito direttissimo.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!