Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Castelleone, interrogazione della lista civica Paese Verde sulle aree edificabili

A firmare il documento i consiglieri comunali Domenico Guerra, Fabrizio Franceschetti e Valentina Galli

Centro Mini Service Cappello Antonio - Officina approvata Mini a Senigallia
Il panorama di Castelleone di Suasa

L’Amministrazione comunale di Castelleone di Suasa ha adottato una delibera di Giunta n. 24 del 25 maggio 2017 per la declassazione delle aree edificabili ad aree non edificabili, attraverso un avviso per la presentazione di manifestazione di interesse da parte dei cittadini proprietari.

Questa decisione è stata presa vista la perdurante situazione di crisi dell’edilizia e perchè si vuole accelerare il passaggio a nuovi modelli di sviluppo incentrati sul recupero e la rifunzionalizzazione dell’esistente e perchè l’Amministrazione comunale intende perseguire, nel pubblico interesse, una politica di progressiva riduzione del consumo di suolo, non si comprende allora perchè la stessa manifestazione di interesse sia rivolta non solo a chi intende chiedere il declassamento di aree edificabili ad aree non edificabili, ma sia rivolta anche a chi intende realizare nuovi comparti da destinare a nuova edificazione edilizia sia abitativa che industriale e produttiva.

Ci pare un controsenso. Successivamente con determinazione del responsabile del servizio n. 36 del 28 marzo 2018 viene conferito l’incarico all’Architetto Lanfranco Manzotti per la redazione di una variante parziale del Piano Regolatore Generale per una spesa complessiva di 15.690,62 euro con l’obbiettivo di dare corso alla delibera di Giunta n. 24/2017, quindi per declassare le aree edificabili esistenti e avviarne delle nuove.

Riteniamo che le modifiche al PRG siano necessarie e opportune per adeguare lo strumento urbanistico alle nuove esigenze della comunità, e per questo siamo convinti che ciò debba essere fatto coinvolgendo tutti i cittadini, le imprese, i tecnici professionisti, tutti i soggetti interessati affinchè si possano raccogliere le maggiori esigenze possibili, dando corso a quel processo di partecipazione democratica di cui tanto si parla nelle campagne elettorali, ma che poi si disattende in modo continuo e sistematico.

Non ci risulta che l’Amministrazione comunale abbia organizzato degli incontri pubblici con la cittadinanza per dare informazioni e raccogliere opinioni per valutare le reali necessità e per noi questo modo di procedere è completamente sbagliato. Comunque alla luce di tutto questo, siccome ci saranno delle variazioni anche di natura economica e finanziaria che andranno ad incidere sul bilancio comunale , e quindi sulle tasche delle famiglie castelleonesi, abbiamo rivolto al Sindaco un’interrogazione a risposta scritta della quale pubblichiamo il testo integrale. Ovviamente se sarà necessario e se non saranno chiare le risposte dell’Amministrazione comunale, proseguiremo nel nostro lavoro di controllo e sindacato ispettivo adottando tutti gli strumenti che le leggi e i regolamenti ci consentono.

 

Al Sindaco di

Castelleone di Suasa (AN)

 

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta.

 

I sottoscritti Consiglieri comunali Domenico Guerra, Fabrizio Franceschetti, Valentina Galli rivolgono la seguente interrogazione:

V I S T A

la delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 28 novembre 2003 con la quale è stato approvato il Piano Regolatore Generale;

V I S T A

la delibera di Giunta Comunale n. 24 del 25 maggio 2017 con la quale è stato approvato lo schema di avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse finalizzate alla riclassificazione di aree edificabili ad aree non edificabili e alla riclassificazione di aree non edificabili ad aree edificabili;

V I S T A

la determinazione n. 36 del 28 marzo 2018 con la quale è stato conferito l’incarico ad un professionista per la redazione di una variante al P.R.G. Con l’obbiettivo di finalizzare gli indirizzi della sopra citata delibera di Giunta n. 24/17 per una spesa complessiva di 15.690,62 euro;

C H I E D O N O

di sapere:

  • – quante aree e la rispettiva superficie complessiva delle quali è stata manifestata l’intenzione da parte dei proprietari di riclassificazione da aree edificabili ad aree non edificabili;
  • – a quanto ammonta il gettito complessivo dell’IMU quale eventuale mancato introito per le casse comunali;
  • – quante aree e la rispettiva superficie complessiva delle quali è stata manifestata l’intenzione da parte dei proprietari di riclassificazione da aree non edificabili ad aree edificabili;
  • – a quanto ammonta il gettito complessivo dell’IMU quale eventuale nuovo introito per le casse comunali.

Chiedono inoltre che alla presente interrogazione venga data risposta ai sensi dell’art. 18 bis comma 1 dello Statuto comunale.

Castelleone di Suasa, 24 aprile 2018.

Cordiali saluti.

Domenico Guerra

Fabrizio Franceschetti

Valentina Galli

 

da: Lista Civica Paese Verde

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!