Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Tragedia alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, confermata l’identità delle sei vittime

A perdere la vita sono stati cinque giovani tra i 14 e i 16 anni e una madre di 39 anni; sette le persone in condizioni critiche - VIDEO

8.791 Letture
commenti
Morti e feriti alla Lanterna Azzurra di Corinaldo: gli interventi di soccorso

È di sei morti e circa centoventi feriti il bilancio provvisorio della tragedia avvenuta presso la discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo nella notte tra sabato 7 e domenica 8 dicembre.

Confermate nel frattempo le identità delle vittime. Si tratta di cinque giovanissimi non ancora maggiorenni e di una madre che aveva accompagnato la figlia al concerto del trapper Sfera Ebbasta: Asia Nasoni (14 anni), Daniele Pongetti (16), Emma Fabini (14) ed Eleonora Girolimini (39), di Senigallia; Benedetta Vitali (15), di Fano;  Mattia Orlandi (15), di Frontone.

Secondo le ricostruzioni di quanto avvenuto, il rilascio di uno spray urticante all’interno del locale avrebbe provocato un esodo di massa da parte dei molti giovani presenti. A quel punto la balaustra di una delle uscite d’emergenza ha ceduto, facendo cadere nello strapiombo sottostante un gran numero di persone.

Tra le decine di feriti, trasportati nel corso della nottata sia all’ospedale di Senigallia che a quello di Torrette di Ancona, vi sarebbero alcuni casi particolarmente preoccupanti: sette giovani di età compresa tra i 14 e i 23 anni, due ragazze e cinque ragazzi, sono infatti ricoverati nel reparto di Rianimazione della struttura ospedaliera del capoluogo dorico, in quanto hanno sofferto numerosi traumi da schiacciamento sia alla testa che al torace.
Tredici complessivamente i feriti condotti in ospedale in codice rosso.

In attesa di conoscere gli sviluppi delle indagini sull’accaduto, il pubblico ministero Paolo Gubinelli ha disposto il sequestro della discoteca. Tuttora in corso invece la raccolta delle testimonianze dei presenti.

Sia il Comune di Corinaldo che quello di Senigallia hanno proclamato il lutto cittadino.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!