Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Valce - Aspirapolvere Taski Aero - Sistemi e prodotti per igiene e pulizia professionale

Slow Mays fa tappa ad Arcevia

Slow Food valorizza le comunità del cibo italiane che continuano a produrre mais tradizionali legati alla loro cultura alimentare

Mais

Sabato 2 e domenica 3 marzo Arcevia ospiterà ancora una volta, in occasione della manifestazione “Una Domenica… andando a Polenta”, l’incontro nazionale di Slow Mays, 6’ appuntamento della rete che Slow Food ha promosso per valorizzare le piccole comunità del cibo italiane che continuano a produrre, non solo nelle aree marginali, mais tradizionali legati alla loro cultura alimentare.


In questi anni Arcevia è diventata con orgoglio un punto di riferimento della rete, sia per la riconosciuta attività di promozione della propria varietà locale -il Mays Ottofile di Roccacontrada – sia per aver saputo offrire un luogo di accoglienza e confronto ai custodi delle 36 varietà tradizionali che attualmente partecipano a Slow Mays.

L’evento per il pubblico si terrà domenica 3 marzo alle ore 9.30 presso la sala convegni del Centro culturale S. Francesco, con la presenza del sindaco di Arcevia Andrea Bomprezzi, degli agricoltori custodi e dei docenti universitari proff. Papa, Bernardi e Sottile, che metteranno a fuoco le linee guida per l’attuazione concreta dei principi ispiratori di Slow Mays.

Coordinerà la tavola rotonda Luca Berlendis, già vicepresidente di Slow food.

L’Amministrazione Comunale saluta con cordialità e partecipazione al loro lavoro i rappresentanti della rete che interverranno nella nostra città, rinnovando il proprio impegno a tutelare e valorizzare i principi di biodiversità, diritto al cibo e condivisione ed inclusività su cui Slow Mays si è definita e si sviluppa; riconoscere il ruolo ecologico e il giusto valore anche economico a queste coltivazioni, come a tutte quelle che salvaguardano l’equilibrio ambientale e realizzano economie locali di piccola scala, costituisce l’azione primaria di tutela del territorio e della cultura agricola e risulta un efficace incentivo per riprendere a coltivare per la nostra alimentazione e non “commodities” per un mercato globale sempre più guidato dalla finanza e sempre meno legato ai bisogni reali delle comunità.

Fedele a questa impostazione, Arcevia si è fatta promotrice di politiche attive attraverso gli strumenti (GAL e PIL) di intervento disponibili, e continuerà ad operare in tal senso con tenacia e convinzione.

Auguriamo quindi il migliore successo sia all’incontro della rete di sabato che all’importante momento pubblico di domenica mattina e continuiamo ad assicurare alla rete dei mais ad impollinazione libera così.

Comune di Arcevia
Pubblicato Giovedì 28 febbraio, 2019 
alle ore 9:43
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!