Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
SenigalliaNotizie.it - Metti il tuo banner

Strage di Corinaldo, in un video Sfera Ebbasta in compagnia di uno degli arrestati

In un filmato girato all'interno di un autogrill Ugo Di Puorto compare assieme al cantante, incontrato per caso dopo la tragedia

2.141 Letture
commenti
Sfera Ebbasta

Emergono nuovi elementi riguardanti i sei giovani arrestati lo scorso week-end in relazione ai tragici fatti di Corinaldo verificatisi tra il 7 e l’8 dicembre 2018: uno di loro, Ugo Di Puorto, è stato infatti ripreso in un breve video assieme al cantante Sfera Ebbasta.

Il filmato, postato in origine dallo stesso Di Puorto sul proprio profilo Instagram e successivamente eliminato, risale alle ore immediatamente successive all’accaduto ed è stato girato in un autogrill dove alcuni membri della banda si sono imbattuti nell’artista lombardo.

In un’inquadratura, in particolare, Di Puorto appare alle spalle di Sfera Ebbasta e ha con quest’ultimo un breve scambio di parole: l’incontro casuale tra i due era già emerso da alcune intercettazioni, nelle quali il giovane aveva ammesso la tentazione di sottrarre una catenina d’oro al cantante stesso.

Dopo la pubblicazione del filmato Sfera Ebbasta ha immediatamente preso le distanze dall’autore dal video, dichiarando di non poter conoscere l’identità di ognuno dei tanti giovani con cui entra in contatto quotidianamente.

Nel frattempo, proseguono gli interrogatori nei confronti dei sei arrestati. Come già fatto nella giornata di lunedì 5 agosto da parte del primo componente delle banda ascoltato, ovvero sia Andrea Cavallari, anche Moez Azari ha escluso ogni suo coinvolgimento nella strage di Corinaldo, confermando di trovarsi sul luogo della tragedia ma di non aver né spruzzato lo spray urticante né incontrato gli altri cinque ragazzi arrestati.

I restanti membri finiti in carcere continuano invece ad avvalersi della facoltà di non rispondere di fronte alle domande poste loro dagli inquirenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!