Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

A Serra de’ Conti “Dialoghi sulla bellezza”

Sabato 5 Ottobre alle 16.30 nel suggestivo spazio del Museo delle Arti Monastiche

La Cresciamia - Banchetto medievale - 11 ottobre 2019 - Lungomare Alighieri Senigallia (AN)

Sabato 5 Ottobre alle 16.30 nel suggestivo spazio del Museo delle Arti Monastiche di Serra de’ Conti si terrà un incontro dal titolo “Dialoghi sulla Bellezza”.

Ideatrice dell’incontro è Laura Trappetti, regista, attrice, scrittrice e direttrice artistica dell’associazione fabrianese Bagatto Percorsi Creativi. Il tema, quanto mai attuale, in un momento storico in cui la bellezza naturale, artistica, ma anche quella della convivenza civile sono a rischio.

L’iniziativa prende spunto dal libro “BRICIOLE DI BELLEZZA, DIALOGHI DI SPERANZA PER IL FUTURO DEL BEL PAESE” di Filippo Cannizzo, filosofo e ricercatore universitario, il quale, tra racconto e approccio scientifico, consegna alle pagine la sua dichiarazione d’amore per l’Italia e un invito a non rinunciare all’impegno per promuovere il cambiamento, attraverso la bellezza, intesa come spirito di condivisione, capacità di crescita, cura del patrimonio ambientale e culturale.

La tensione che emerge dal libro, incrocia il percorso artistico che da anni svolge il Bagatto sul territorio, fra teatro, letteratura, valorizzazione del paesaggio e progetti rivolti alle comunità, specialmente nelle aree interne montane, dove il dissesto dovuto a fenomeni naturali, è peggiorato dall’incuria e dall’abbandono.

L’incontro, oltre a dar voce a Filippo Cannizzo, che racconterà del libro, fra le altre cose vincitore del Premio Calvino per la filosofia e campione di vendite, sarà occasione per una riflessione più profonda sull’idea della Bellezza, sulla sua necessità, sul suo significato e valore nella nostra società, a cui contribuiranno sia la stessa Trappetti, che un altro prestigioso ospite: Dom Gianni Giacomelli, Priore del Monastero di Fonte Avellana. Non è casuale infatti né il luogo prescelto per l’occasione, né la data a ridosso della festività di San Francesco, patrono d’Italia e serafico ammiratore del creato e di tutte le creature.

Il Museo delle Arti Monastiche è uno scrigno di preziosa bellezza, quella creata dalle Clarisse nel periodo di attività del convento, merletti, sculture, preparati erboristici e che appunto, come piccole briciole, ha intriso di sé la comunità serrana, così profondamente a loro legata. Bellezza come creazione, dunque, ma anche come valore spirituale, bello come sinonimo di buono, di riconquista di un’armonia con noi stessi, ciò ce ci circonda e gli altri anche in termini molto concreti, questo sarà l’argomento di un dialogo a più voci e da diversi punti di vista. A seguire verrà messa in scena una breve performance nelle sale del museo, creata dal Bagatto Percorsi Creativi in collaborazione con l’Associazione TiVittori di Serra de’ Conti, una interpretazione teatrale della bellezza e un omaggio alla femminilità, che spesso ne è promotrice, simbolo, ma soprattutto forza trainante nell’arte e nella cultura, così come nella protezione della vita.Si tratta di una collaborazione già avviata da tempo, grazie al progetto regionale Metaterra che ha riunito fruttuosamente queste due realtà culturali. Infine grazie alla Proloco di Serra de’ Conti, supportata anche dal Comitato Voci del Silenzio, gli intervenuti potranno godere di una degustazione di prodotti tipici, nell’intento di promuovere la bellezza anche delle tradizioni e della cultura enogastronomica locale.

L’evento è patrocinato dal Comune di Serra de’ Conti, che nella persona dell’Assessore alla Cultura Luca Bevilacqua ha accolto con entusiasmo la proposta, trovando in essa piena sintonia con quanto l’amministrazione intende portare avanti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!