Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Anche Ostra celebra la giornata dei diritti dell’Infanzia

La torre civica si è colorata grazie all'iniziativa Go Blue

Fabbri Infissi Senigallia - Dierre - Bonus fiscale 50% infissi, porte e cancelli
giornata per i diritti dellinfanzia

Anche il Comune di Ostra ha aderito, insieme ad oltre 200 comuni italiani, alla campagna di sensibilizzazione “Go Blue”, promossa dall’UNICEF e sostenuta anche dall’ANCI.

Il 20 novembre 2019 ricorre, infatti, il trentesimo anniversario dell’approvazione, da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato al mondo (196 paesi), che in 30 anni è stato determinante per migliorare la vita dei bambini di tutto il mondo, ispirando i governi ad adottare leggi, stanziare fondi, promuovere iniziative a garanzia dei diritti dell’infanzia e ha contribuito a modificare la percezione dei minori.

Non poteva che essere la Torre Civica, nella centrale piazza dei Martiri di Ostra, ad essere scelta come monumento –simbolo del Comune.

Dalla mezzanotte del 19 novembre si è vestita di blu, il colore della bandiera dell’ONU e dell’UNICEF, per ribadire, svettando dall’alto dei suoi 33 metri e visibile da ogni parte del territorio comunale, che ogni bambino ha diritto alla vita, alla salute, alla famiglia, all’istruzione e al gioco, alla protezione dalla violenza e dalla discriminazione, all’ascolto e all’accoglienza.

Proprio un percorso di ascolto e valorizzazione dei più piccoli, come cittadini portatori di interessi e di capacità progettuale creativa, è già stato inaugurato nei giorni scorsi, quando le classi quarte della Scuola Primaria “Crocioni” di Ostra, accompagnate dalle loro insegnanti, sono state accolte nel Palazzo Comunale, per un incontro con il Sindaco Federica Fanesi.

I piccoli cittadini hanno presentato le loro proposte e richieste, hanno visitato il piano di rappresentanza del Comune e sono poi stati accompagnati ad una visita nei vari uffici.

Hanno potuto vedere il percorso fatto dalle loro lettere all’Ufficio Protocollo, hanno richiesto il loro certificato di nascita all’Ufficio Anagrafe, hanno visionato le piante della loro casa conservate all’Ufficio Tecnico. Con grande curiosità e interesse hanno acquistato familiarità con la “Casa Comune” e hanno avuto la possibilità di capire il lavoro svolto all’interno degli uffici comunali, accorciando le distanze e avendo la possibilità di dare un volto e un nome a chi, ogni giorno, sta dall’altra parte dello sportello.

Una piccola iniziativa, perché i bambini siano anch’essi parte di una cittadinanza attiva e consapevole.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!