Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Si è concluso a Trecastelli il progetto “Ci sto? Affare fatica”

Il Sindaco Marco Sebastianelli: "Le nuove generazioni sono il futuro dei nostri luoghi"

Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova
Progetto "Ci sto? Affare fatica"

Si è conclusa a Trecastelli la seconda edizione del progetto “Ci sto? Affare fatica”, promosso dal Csv Marche in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

Progetto "Ci sto? Affare fatica"L’iniziativa ha visto coinvolti, per tre settimane, gruppi di ragazzi tra i 14 e i 18 anni, che si sono impegnati nella riqualificazione dei parchi presenti su tutto il territorio comunale e anche nel progetto intitolato “Le panchine dei diritti”.

Tre diverse squadre, ognuna composta da dieci giovani appartenenti al territorio di Trecastelli, sono state accompagnate da un “tutor” e da un “handyman”, un concittadino più esperto che, con totale spirito di gratuità, ha accompagnato i ragazzi nel compimento dell’intero progetto.

Con l’iniziativa “Le panchine dei diritti” all’interno di ciascun parco delle sette località di Trecastelli è stata individuata una panchina, che i ragazzi hanno dipinto di un colore che andava a rappresentare un diritto civile a loro caro.

I diritti civili su cui i ragazzi hanno riflettuto e che hanno voluto in tal modo valorizzare hanno una grande rilevanza sociale e civica: il diritto al gioco, all’istruzione, alla non violenza, all’uguaglianza e alla non discriminazione, al lavoro, alla libertà di espressione, alla salute.

Progetto "Ci sto? Affare fatica"Su ognuna delle panchine dipinte è stata inoltre attaccata una targhetta, ideata dal Consigliere Federico Bruni, indicante il diritto fatto valere e un QR Code che consente di localizzare e individuare in maniera congiunta tutte “Le panchine dei diritti” presenti sul territorio. “Le nuove generazioni sono il futuro dei nostri luoghi” ha affermato il Sindaco di Trecastelli Marco Sebastianelli“grazie a questo progetto la cura e la valorizzazione dei beni comuni sono state messe nelle mani dei giovani del nostro territorio, che hanno dimostrato impegno e partecipazione verso un’iniziativa così significativa dal punto di vista civico”.

L’Assessore ai Servizi Sociali Eleonora Lozza ha dichiarato che “Siamo orgogliosi e grati di aver ospitato “Ci sto? Affare fatica”, che consente ai giovani di sperimentare i valori della fatica, della responsabilità e dell’amicizia. Il progetto de “Le panchine dei diritti” colora la città e dà voce ad importanti diritti, che ciascuno di noi è chiamato a difendere ed esercitare con responsabilità”.

Ha concluso inoltre il Consigliere Federico Bruni “Il progetto ha visto coinvolti tanti ragazzi da Ponte Rio a Brugnetto, all’ insegna dell’amicizia e del lavoro per i beni comuni”. La manifestazione è stata presentata dalla cooperativa sociale Adelante Onlus e finanziata dalla Fondazione Cariverona.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni