Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Marina Militare, è di Ripe di Trecastelli il comandante di Nave “Alghero”

Un incarico e un traguardo di prestigio per il giovane Tenente di Vascello, il 32enne Luca Santini

3.455 Letture
commenti
Netservice - Editoria on-line
Luca Santini firma l'assunzione del comando sul giornale di chiesuola

È partito da Ripe e adesso si ritrova a comandare una nave della Marina Militare Italiana.

Luca Santini, Tenente di Vascello, 32 anni, è uno di quegli uomini in divisa che ogni giorno svolge il proprio servizio per il nostro Paese.

Santini lo fa, nello specifico, da comandante di Nave “Alghero”, con porto di assegnazione La Spezia. Si tratta di un cacciamine costiero progettato per la localizzazione e la disattivazione o distruzione di mine navali e, per questo, è dotato di un sofisticato sistema sonar che può essere filato sino a 270 metri e di due veicoli filoguidati per sondare i fondali marini fino a 600 metri.

Nave Alghero - Foto da marina.difesa.itNave “Alghero” viene inoltre impiegata per finalità “civili” attraverso collaborazioni con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la Magistratura nazionale e con altri Enti e Dicasteri dello Stato, con lo scopo di esplorare i fondali alla ricerca di relitti di navi o aeromobili di interesse storico e allo scopo della tutela dell’ecosistema marino. Infine, disponendo di camera iperbarica multiposto e personale sanitario specializzato in fisiopatologia subacquea, l’Unità può essere utilmente impiegata in supporto di operazioni di subacquei operanti anche a quote profonde.

Un vero e proprio gioiello della Marina Militare italiana, insomma, che dal 29 ottobre 2021 è al comando di un giovane “ripese”.

Compiute le scuole dell’obbligo a Ripe e completati gli studi all’Istituto Tecnico Aeronautico “Francesco Baracca” di Forlì, Santini ha proseguito la sua formazione entrando all’Accademia navale di Livorno, dove ha conseguito la laurea magistrale in “Scienze marittime navali” presso l’Università di Pisa.

Terminati gli studi accademici, è entrato nella componente subacquea della Marina Militare Italiana e a bordo del sommergibile Scirè, sottomarino U212A di ultima generazione della Classe Todaro, ha ricoperto come primo incarico quello di capo reparto “telecomunicazioni” e ufficiale di rotta.

Successivamente, presso l’istituto di formazione sottufficiali “Mariscuola Taranto“, ha svolto l’incarico di ufficiale formatore agli allievi marescialli della Marina Militare, occupandosi della formazione etico-militare e professionale.

Nel 2018 ha frequentato il corso di specializzazione in acustica subacquea a Livorno, per poi ricoprire l’incarico di capo reparto operazioni subacquee ed ufficiale addetto all’impiego dei sistemi d’arma a bordo del sommergibile Todaro, primo sottomarino “U212A” acquisito dalla Marina Militare.

Infine, prima di assumere l’incarico di comandante di Nave Alghero, ha conseguito presso l’Istituto Studi Strategici di Venezia un master in “studi strategici e sicurezza internazionale”.

Ad oggi dunque, il T.V. Santini ha raggiunto un altro traguardo, un trampolino di lancio per il futuro e per i suoi prossimi incarichi.

La chiave del successo è rappresentata dalla combinazione di perseveranza, dedizione e spirito di sacrificio, capisaldi per diventare un comandante autorevole capace di trasmettere valori etici, onorare e servire lo stato italiano e quindi i cittadini.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!