Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

“Sei personaggi in cerca d’autore”, tre date a inizio marzo

Il primo ad Arcevia, il 6 a Maiolati Spontini e il 7 a Montemarciano

Frantoio Lugliaroli - Senigallia - Prodotti tipici e per la cosmesi
“Sei personaggi in cerca d’autore" di nella versione di Vicoquartomazzini

«Sei personaggi in cerca d’autore» di  VicoQuartoMazzini da Luigi Pirandello e diretto da Gabriele Paolocà torna nella prima settimana di marzo nelle stagioni realizzate da AMAT con i rispettivi Comuni e il contributo di MiBAC e Regione Marche in tre teatri della provincia di Ancona: venerdì 1 marzo è al Misa di Arcevia, mercoledì 6 marzo alloc di Maiolati e giovedì 7 marzo al Teatro Alfieri di Montemarciano, dove chiuderà la stagione in abbonamento.

Prodotto da VicoQuartoMazzini in coproduzione con ATGTP e il sostegno di Asini Bardasci, «Sei personaggi in cerca d’autore» è interpretato dagli attori Michele Altamura, Alice Conti, Simonetta Damato, Filippo Paolasini, Gabriele Paolocà che firma luci regia, assistito da Paola Ricci. Questo nuovo adattamento offre una visione non scontata dei temi classici pirandelliani (il teatro nel teatro, la crisi dell’io, il contrasto tra vita e forma) ed esalta l’opera grazie a una chiave interpretativa che porta lo spettatore a riflettere su di essi con rinnovato interesse.

Un ex teatrante, dopo una lunga giornata passata a dare volantini per promuovere la paninoteca per cui lavora, torna nel teatro dove vive: un teatro chiuso, dove non si dà più spettacolo, dove l’uomo non fa altro che dormire e ubriacarsi per non pensare a un passato che lo tormenta a tal punto da fargli decidere di farla finita.

Ma proprio in quel irrompono in sala strani individui. Dicono di essere personaggi abbandonati dal loro autore e di portare con sé un dramma doloroso, macchiato di sangue e vergogna. Chiedono all’ex teatrante di poterlo vivere li, davanti a lui, affinché lo possa trascrivere donandogli vita eterna. L’ex teatrante, quasi senza accorgersene, verrà catapultato in una sorta di sogno/incubo dove la finzione si mischia alla realtà, il confine tra l’uomo e i personaggi diventa impercettibile e il teatro e la vita si confondono fino a diventare una cosa sola.

Lo spettacolo sarà presentato anche in matinée per le scuole alla Fenice di Senigallia lunedì 4 marzo.

Amat
Pubblicato Giovedì 28 febbraio, 2019 
alle ore 15:55
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!