Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Tutto Guida 2016

Festa della Liberazione a Trecastelli, medaglia al partigiano Grossi

Consegnata la medaglia di benemerenza in memoria di Giuseppe Grossi, ucciso dai fascisti nel '44

2.137 Letture
commenti
Trecastelli ha celebrato la festa della Liberazione, medaglia di benemerenza in memoria di Giuseppe Grossi

Domenica 24 aprile la comunità di Trecastelli ha celebrato la festa della Liberazione con due manifestazioni molto rappresentative e legate al territorio.

La prima si è svolta nella sala consiliare della municipalità di Ripe, dove si è tenuto il conferimento della medaglia di benemerenza in memoria di Giuseppe Grossi, onesto lavoratore, antifascista e partigiano che fu ucciso dai fascisti nel 1944, in piazza Leopardi a Ripe, dove abitava con la famiglia.
Trecastelli ha celebrato la festa della LiberazioneL’assessore alla cultura Valentina Marinelli ha accolto i cittadini, le autorità e i familiari di Grossi. Il sindaco Fausto Conigli si è rivolto al pubblico sottolineando l’importanza della Resistenza e del valore che ha assunto nel territorio, grazie anche a uomini come Giuseppe Grossi, che hanno combattuto per la libertà del proprio paese e sono caduti per costruirla, gettando le radici della nostra Repubblica.

E’ intervenuto il sergente maggiore capo d’artiglieria Joselito Scipioni, dell’Associazione Nazionale Artiglieri d’Italia – sezione di Barbara e provinciale di Ancona, nonché presidente dell’associazione culturale “La Memoria Bellica degli Italiani nel Mondo“. Scipioni ha consegnato al figlio di Grossi la medaglia di benemerenza e l’attestato rilasciati dal Centro Documentale di Ancona.
Trecastelli ha celebrato la festa della LiberazioneHa preso poi la parola Elena Morbidelli dell’associazione Ge.St.O., ripercorrendo la storia di Grossi come episodio che non va dimenticato, legato alla storia della nostra nazione e dei luoghi in cui viviamo.

Subito dopo c’è stato un altro momento denso di significato per la comunità; l’Associazione Combattenti e Reduci di Guerra – sezione di Ripe ha atteso i cittadini nella chiesa parrocchiale di San Pellegrino a Ripe, dove si è celebrata la messa.
E’ seguita la benedizione della corona d’alloro e il corteo per la deposizione della corona al monumento dei caduti.
Dopo l’intervento del sindaco, che ha voluto ricordare il sacrificio di tutti i caduti in guerra del territorio, gli alunni dell’istituto comprensivo Nori De’ Nobili hanno letto poesie e brani legati alla tematica della Resistenza e dei caduti nella guerra di Liberazione.
La cerimonia è terminata con l’inno nazionale della Repubblica italiana.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!