Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Bonus di 500 euro ai diciottenni, interrogazione dell’onorevole Remigio Ceroni

Montenovonostro ringrazia l'esponente di Forza Italia e critica il governo: "il provvedimento tarda oltre ogni limite"

4.499 Letture
commenti
SenigalliaNotizie.it - Vetrina Aziende
Remigio Ceroni

Facendo seguito a precedenti comunicazioni, che avevamo inviate a tutti parlamentari marchigiani, il senatore Remigio Ceroni, Coordinatore regionale di Forza Italia per le Marche e Sindaco di Rapagnano (FM), ci scrive: “Ti informo che ho provveduto a consegnare l’interrogazione relativa alla carta elettronica. In allegato il testo. Senatore Remigio Ceroni”.

Ecco il testo:

“Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-02756 Atto n. 3-02756 (con carattere d’urgenza) Pubblicato il 12 aprile 2016, nella seduta n. 606 CERONI – Al Presidente del Consiglio dei ministri e ai Ministri dei beni e delle attività culturali e del turismo e dell’economia e delle finanze.

– Premesso che: i commi 979 e 980 dell’articolo 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità per il 2016), riguardano l’assegnazione di una carta elettronica a tutti i cittadini italiani o di altri Paesi membri dell’Unione europea residenti nel territorio nazionale, i quali compiono 18 anni di età nell’anno 2016. La carta, dell’importo nominale massimo di 500 euro per l’anno 2016, può essere utilizzata per assistere a rappresentazioni teatrali e cinematografiche, per l’acquisto di libri, nonché per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali e spettacoli dal vivo. L’onere di spesa per l’attuazione della disposizione è di 290 milioni di euro per il 2016; il comma 979 stabilisce che con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge, cioè a far data 1° gennaio 2016, sono definiti i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo della carta e l’importo da assegnare nell’ambito delle risorse disponibili; il termine dei 30 giorni è ampiamente scaduto. Gli organi di stampa riportavano, quando la disposizione fu proposta, numerose dichiarazioni del Presidente del Consiglio dei ministri sulla bontà e l’importanza della disposizione, ad esempio, come la carta ‘diventa simbolicamente il benvenuto nella comunità dei maggiorenni ma soprattutto diventa simbolicamente il modo con cui lo stato ti carica della responsabilità di essere protagonista e co-erede del più grande patrimonio culturale del mondo’, si chiede di conoscere: quali siano le ragioni che hanno sino ad ora impedito l’emanazione del previsto decreto; se il Governo non intenda provvedere, tempestivamente, alla sua emanazione, e se vi siano al momento risorse finanziarie sufficienti per la copertura della carta elettronica, senza che ciò determini minori risorse per l’attuazione di altre disposizioni, previste dalle leggi, di cui potrebbero beneficiare i cittadini”.

Benissimo. Speriamo che l’interrogazione sortisca presto l’effetto sperato di vedere finalmente emanato il decreto attuativo della norma sul bonus di 500 euro ai giovani 18enni che, da ormai sei mesi, tarda oltre ogni limite giustificabile. Grazie al senatore Remigio Ceroni.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!