Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Antimafia, confisca di immobili e società tra Trecastelli e Fano

Destinatario del proveddimento un calabrese, secondo le Fiamme Gialle collegato all''ndrangheta

2.173 Letture
commenti
guardia di finanza, fiamme gialle, 117

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ancona hanno dato esecuzione ad una misura di prevenzione a carattere patrimoniale disposta dal Tribunale di Pesaro sottoponendo a confisca un considerevole patrimonio (già oggetto di sequestro nel mese di maggio 2017), costituito da 7 fabbricati (uno a Trecastelli, gli altri nel fanese) e 4 società, per un valore complessivo di oltre 700.000 euro: destinatario del provvedimento, un calabrese sospettato di trasferimento fraudolento di valori e usura.


Le complesse attività investigative svolte, nell’ambito di una delega della locale Procura Distrettuale Antimafia, avevano consentito di individuare un sodalizio dedito alla commissione dei tali reati nonché a rilevare collegamenti del soggetto con affiliati a cosche della “’ndrangheta”.

I successivi accertamenti e la ricostruzione della sua posizione reddituale e del nucleo familiare hanno fatto emergere una situazione di completa difformità tra redditi dichiarati, tenore di vita e patrimonio, direttamente ed indirettamente a lui riconducibile: patrimonio che sarebbe stato acquisito in maniera illecita, rendendo quindi applicabile la misura di prevenzione a carattere patrimoniale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!