Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Da Giuseppina Codias due interrogazioni sulla sicurezza delle scuole di Ostra Vetere

Istituti Lombardi e Api nel mirino del consigliere

1.490 Letture
commenti
Nirvana Club - Palestra centro benessere - Senigallia
Giuseppina Codias

Occorre vi sia assoluta chiarezza circa la sicurezza degli edifici scolastici al cui interno i nostri figli stanno per non meno di 5 ore al giorno, 5/6 giorni su 7, per circa 9 mesi l’anno.


E’ partendo da questi presupposti che in data 1 ottobre ho presentato due distinte interrogazioni al Sindaco del Comune di Ostra Vetere per chiedere e capire se i plessi scolastici “Luca Lombardi” sede della Scuola dell’Infanzia e “Angelo Api” della Scuola Primaria siano sicuri in caso di terremoto.

L’esigenza di chiarezza scaturisce, per quanto riguarda la scuola “Luca Lombardi”, dalla lettura di un articolo di stampa tratto dal quotidiano “La Verità” che in data 11 settembre, riportando l’elenco delle scuole italiane a rischio sismico, vi include la suddetta scuola materna “ Luca Lombardi” di Ostra Vetere sita in via Soccorso 17. Da ciò si deduce che non siano state fatte le dovute e necessarie verifiche di vulnerabilità sismica che, ai sensi dell’articolo 20-bis, comma 4, del Decreto Legge n. 8/2017, andavano fatte entro il 31 agosto 2018 come per ogni altro immobile adibito ad uso scolastico situato nelle zone a rischio sismico classificate 1 e 2, con priorità per quelli situati nelle quattro regioni del centro-Italia colpite dal sisma del 24 agosto 2016 e del 26 e 30 ottobre 2016.

Per quanto concerne invece la Scuola Primaria “Angelo Api”, la necessità di interrogare chi di dovere per sapere e conoscere, nasce da una mancata informazione, a mio avviso doverosa per un Ente pubblico, su quanto è emerso dalle verifiche della vulnerabilità sismica e dall’individuazione dell’indice di rischio sismico, promesse e garantite dalla passata Amministrazione Memè in risposta all’interrogazione scritta presentata dall’allora Consigliere comunale Luca Marini in data 20/04/2018. Tali verifiche si sono rese necessarie in seguito ai lavori di soffittatura per rinforzo strutturale del primo solaio come conseguenza del rischio di sfondellamento delle pignatte all’interno del plesso scolastico appena descritto ultimate in data 29/12/2017.

In tutto ciò, non dimentichiamo infatti che il Comune di Ostra Vetere si trova nella cosiddetta “Zona sismica 2” ovvero in una zona in cui la probabilità che si verifichi un terremoto è medio-alta. Appare dunque di tutta evidenza la necessità di sottoporre gli immobili ad uso scolastico a verifiche che attestino il comportamento di suddette strutture in caso di terremoto e ne stabiliscano l’esatto indice di rischio. A maggior ragione sapendo che lo Stato centrale sta intensificando gli investimenti per costruzione, adeguamento e migliorie delle strutture scolastiche Italiane, stanziando contributi non solo finalizzati alla verifica di vulnerabilità sismica ma anche alla progettazione di interventi di adeguamento antisismico che si dovessero rendere necessari a seguito delle predette verifiche cui poter accedere senza gravare sul bilancio comunale.

Un’opportunità pertanto da non perdere assolutamente per garantire la necessaria sicurezza dei luoghi dove i nostri figli passano gran parte delle loro giornate e dove la gestione di un’eventuale emergenza sarebbe gravata dall’età delle persone coinvolte: i nostri bambini.

Da

Giuseppina Codias

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!