Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Progetto Ostra sorpreso dalle parole dell’ex sindaco Storoni

"A dir poco stupiti dalla sua veemenza sulla rotatoria di largo XXVI luglio"

1.875 Letture
commenti
Panificio Starnadori Senigallia - Pane artigianale produzione propria
Largo 26 luglio ad Ostra

È da qualche settimana che l’ex-Sindaco Storoni insiste con dei post sul suo profilo Facebook inerenti la rotatoria di Largo XXVI Luglio, ad Ostra.


Siamo rimasti a dir poco stupiti nel leggere con quanta veemenza ora il consigliere di minoranza chieda di procedere con solerzia alla realizzazione del suo progetto di rotatoria, sostenendo che l’opera era già stata finanziata dalla precedente Amministrazione e che di certo ciò renderà esteticamente più bella la città.

E pensare che noi siamo sempre stati convinti che per rendere più bello un paese ci volesse un centro storico valorizzato e vivo, dei luoghi di cultura fruibili, delle attività commerciali incentivate, delle aree verdi curate, una costante attenzione alla pulizia e al decoro urbano… e invece no! Ci sbagliavamo: per rendere più bella una città ci vuole… una rotatoria dal costo di € 26.500 per la sua versione provvisoria!!

Meglio ancora se per farla vanno rimossi degli alberi e alcuni parcheggi, creando disagi e non apportando alcun concreto miglioramento alla viabilità cittadina (vedi gli utenti provenienti da v. Massa che resterebbero comunque obbligati a percorrere la Circonvallazione).

Il fatto, poi, che il progetto sia stato finanziato non costituisce un obbligo a portarlo a termine; a riguardo, vorremmo anche ricordare che la Giunta Storoni aveva solamente ottenuto il nulla osta da parte della Provincia, mentre la Soprintendenza non aveva rilasciato alcun parere, anzi, aveva richiesto della documentazione integrativa.

Alla luce di ciò, ci sembra che la fattibilità di realizzazione della rotatoria sia ancora tutt’altro che scontata!

In realtà, sappiamo bene che la questione della rotatoria è stata una mera operazione scientemente studiata a tavolino nel periodo pre-elettorale dalla passata Amministrazione, nella speranza di recuperare i favori della “piazza”. Inoltre siamo convinti che, a fronte dell’attuale viabilità, quel progetto, così come voluto da Storoni, continui a non rappresentare una scelta risolutiva e funzionale alla messa in sicurezza della zona interessata.

Se davvero la questione del Largo Mercatale fosse stata così a cuore all’ex-Sindaco, si sarebbe attivato molto prima della campagna elettorale e con lo stesso piglio decisionista usato per attuare l’inversione della viabilità. Invece che cosa ha fatto per quell’incrocio in 5 anni di mandato? Teneva talmente tanto all’incolumità dei suoi cittadini che è stato necessario perfino l’intervento del Comitato “Sopravvivere ad Ostra” per sollecitare l’ordinario rifacimento delle strisce pedonali, trascurate da anni!

Non abbiamo mai nascosto che il “Mercatale” meriti una regolamentazione attraverso, però, soluzioni difformi da quella proposta dal consigliere di minoranza Storoni; ecco perché l’Amministrazione Fanesi sta attentamente valutando alternative meno dispendiose e impattanti ma più funzionali rispetto ai problemi dell’area urbana in questione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!