Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Il giudice marchigiano Fabbri e il disastro del Vajont del 9 ottobre 1963

Protezione Civile delle Marche, rappresentata da Gruppo di Ostra Vetere, a Longarone per rendere omaggio all'illustre conterraneo

Netservice - Editoria on-line
Protezione Civile di Ostra Vetere a Longarone per intitolazione scalinata dr. Mario Fabbri

Era il 9 ottobre 1963 quando la frana del Monte Toc, lunga circa 2km crollava nell’invaso della diga del Vajont sollevando la gigantesca onda che distrusse Longarone.

Quasi 2000 le vittime, centinaia non furono mai ritrovate. Ed è a Longarone, in provincia di Belluno, che si è tenuta la cerimonia di intitolazione di una scalinata al marchigiano Mario Fabbri, magistrato e giudice istruttore del processo per i responsabili del disastro del Vajont. 

Senza Fabbri il processo del Vajont non sarebbe stato fatto. Senza il giudice Fabbri, senza l’uomo Fabbri, sicuramente le cose sarebbero andate diversamente da come lui ebbe il coraggio, la forza, la tenacia e la competenza di impostarle.

Probabilmente si sarebbe avuto un altro Vajont, quello della “catastrofe naturale” e non quello del “disastro prevedibile e imminente causato dall’avidità dell’uomo”.

9 ottobre 1963 - Il disastro del VajontIl giudice Mario FabbriA Longarone intitolazione scalinata dr. Mario Fabbri

Mario Fabbri, maceratese di nascita, si rivelò con una forza inattesa: la giovinezza di quel magistrato poco più che trentenne poggiava sulla coerenza del mandato ricevuto, basata sulla convinzione della legalità e della giustizia, le uniche guide di orientamento per compiere con correttezza professionale e rigore etico il compito assegnatogli nonostante le tante pressioni ricevute.

Gli abitanti del posto lo chiamano con rispetto e riverenza “Il nostro Giudice”. Ed è durante il disastro del Vajont che con i tanti volontari accorsi da tutta Italia probabilmente è stato piantato il seme della Protezione Civile Italiana così come la conosciamo oggi, germogliata purtroppo pochi anni dopo con il sisma del Friuli. 

La Protezione Civile delle Marche ha voluto rendere omaggio al proprio illustre conterraneo rappresentata dal Gruppo Comunale di Ostra Vetere dove, Andrea Fabbri, figlio del Giudice Fabbri ne è il Coordinatore

Presenti alla manifestazione il Ministro per i rapporti con il parlamento Federico D’Incà, le autorità civili e militari del Veneto i Sindaci del territorio e il Sindaco di Ostra Vetere Rodolfo Pancotti al quale Roberto Padrin, Sindaco di Longarone nonché presidente della Provincia di Belluno, ha proposto un “patto di amicizia” quale segno di riconoscenza per la solidarietà e vicinanza dimostrata alla comunità e per suggellare la comune memoria del giudice Fabbri.

A Longarone intitolazione scalinata dr. Mario FabbriProtezione Civile di Ostra Vetere a Longarone per intitolazione scalinata dr. Mario FabbriProtezione Civile di Ostra Vetere a Longarone per intitolazione scalinata dr. Mario Fabbri

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!