Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Posizionamento su motori di ricerca

Guardia medica Ostra Vetere: “Basta allarmismo, situazione ancora immutata”

L'Amministrazione Comunale precisa: "Nessuna decisione presa dall'Asur. Al lavoro per la Casa della Salute nell'ex-RSA"

1.531 Letture
commenti
Salute, medicina, stetoscopio

Facendo seguito ad alcune notizie uscite in questi giorni sulla stampa, l’Amministrazione Comunale di Ostra Vetere sente il dovere di informare i propri cittadini sulla situazione attuale in merito alla guardia medica.

È dal 2011 che è stata presa la decisione dai vertici della sanità regionale di ridurre una postazione della guardia medica nella nostra zona.

Nel novembre 2015 la problematica è stata più volte attenzionata nelle riunioni con l’Area Vasta e della eventuale possibile decisione subordinata se ne è più volte parlato durante le nostre assemblee pubbliche con la cittadinanza.

Ciò che si vuole sottolineare con il presente comunicato è che ancora non sono state fornite decisioni in proposito e quindi tantomeno tempistiche, modalità, o quale tra la postazioni di guardia medica attive sarà destinata alla chiusura.

Non essendo ad oggi pervenuta alcuna informazione o comunicazione ufficiale riguardo alla chiusura di specifica postazione e non risultando neanche conoscenza di quale essa sia, dal punto di vista informale, la situazione è pressoché immutata. L’allarmismo creato senza avere alla base nessun atto o provvedimento è alquanto semplicistico e inutile. Non appena ci saranno novità avremo modo di condividerle, come abbiamo sempre fatto, negli incontri pubblici.

A questo proposito, tra l’altro, comunichiamo che a breve ne potremo parlare nella prima assemblea 2016 che stiamo organizzando.

L’Amministrazione è costantemente in contatto con i dirigenti Asur, i referenti regionali e territoriali, questo ha portato alla predisposizione di un protocollo d’intesa che verrà siglato nei prossimi giorni e che vede protagonisti il Comune di Ostra Vetere, l’Asur Marche e l’Ufficio Comune dei Servizi Sociali di Senigallia per la realizzazione della Casa della Salute nei locali della ex-RSA ed il trasferimento ed ampliamento del Centro Diurno.

Siamo convinti che, in assenza di alternative, il punto fondamentale è quello di poter riaccendere le luci dell’ex-RSA senza le quali sicuramente andremo a perdere anche quei servizi attualmente presenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!