Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Il Tucano - Ristorante-Pizzeria Senigallia - Carnevalissimo sabato 2 marzo

Trecastelli, il Comandante Giampiero Lattanzi lascia i Carabinieri dopo 36 anni di servizio

Arruolatosi nell'Arma nel 1983, dal 1992 era entrato in servizio presso il distaccamento di Ripe

1.613 Letture
commenti
Giampiero Lattanzi

Dopo 36 anni nell’Arma, il Luogotenente carica speciale dei Carabinieri Giampiero Lattanzi, 55 anni, lascia il servizio attivo.

Lattanzi, originario di Amandola (AP), sposato con Tiziana e padre di Alice e Giulia, si è arruolato nell’Arma nel 1983, ha frequentato nel biennio 1984-1986 la Scuola Sottufficiali dei Carabinieri, il primo anno a Velletri (Roma) e il secondo a Firenze. Promosso vicebrigadiere nel 1986, viene trasferito in Val d’Aosta dove presta servizio al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Aosta. Dopo aver conseguito la specializzazione in “Polizia di Frontiera”, viene impiegato ai posti di frontiera del Gran San Bernardo, del Piccolo San Bernardo, di Cervinia – Plain Maison, alla Stazione Carabinieri di La Thuille ed al Reparto Operativo di Aosta fino a giugno 1992 quando viene trasferito nelle Marche alla Stazione di Ripe oggi Trecastelli.

Dopo un breve periodo di impiego come sottufficiale in sottordine, nel settembre 1992 Lattanzi assume l’incarico di Comandante della Stazione.

Ventisei anni di permanenza al comando della Stazione hanno segnato e maturato la vita professionale e privata del luogotenente Lattanzi che, innamorato del suo lavoro, è stato carabiniere di “vecchia maniera” ed ha sempre creduto fermamente in ciò che faceva. Sempre pronto ad ascoltare e aiutare chiunque ne avesse bisogno, il “Maresciallo Lattanzi”, così come amano chiamarlo i concittadini di Trecastelli, è stato un leale e fedele servitore dello Stato. Caratteristiche che nel corso degli anni lo hanno fatto diventare un punto di riferimento per la comunità locale.

Tra le attività di servizio, si ricorda in particolare, il salvataggio a gennaio 2009 di una donna che voleva uccidersi con un coltello da cucina nella sua abitazione a Brugnetto; il notevole contributo alle indagini fornito dal Luogotenente Lattanzi in occasione dell’omicidio Taurino, avvenuto nel 2011 a Ripe. Gli autori del grave fatto di sangue vennero assicurati alla giustizia dopo soli cinque giorni; il suo impegno nella provincia di Ascoli di Piceno, nel 2016, a favore delle comunità colpite dal sisma.

Nel corso della sua carriera, il Luogotenente Lattanzi è stato insignito della “Croce d’oro per anzianità di servizio militare”, Medaglia Militare d’Oro al merito di lungo Comando; Nastrino di merito per Comandante di Stazione Carabinieri con “granata infiammata d’oro”; Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”, Medaglia Mauriziana.

Le parole di saluto di Lattanzi «dopo tanti anni trascorsi nelle file dell’Arma dei Carabinieri, mi sento di ringraziare la mia famiglia che ha condiviso con me le difficoltà del servizio e mi ha sempre sostenuto nella ricerca del bene comune, i miei superiori, “guida sicura”, e tutti i miei collaboratori che come me hanno lavorato in questi anni per assicurare la tranquillità alla cittadinanza. Infine, rivolgo un pensiero affettuoso agli Amministratori ed ai cittadini di Trecastelli».

 

da: Comando Compagnia dei Carabinieri di Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!