Errore durante il parse dei dati!

Ostra:Itinerario artistico

La ricca storia di Ostra si legge attraverso la sequenza variegata di opere d’arte che abbelliscono le vie del paese. Il patrimonio artistico di cui dispone Ostra copre un arco temporale vastissimo.

cinta murariaCINTA MURARIA
Costruzione difesiva del XIV secolo caratterizzata da nove torrioni e merli. Le mura si sviluppano su un percorso di 1.200 m. con all’interno un profondo fossato che impediva agli invasori di entrare.

Palazzo MenchettiPALAZZO MENCHETTI
Il complesso è costituito da parti architettoniche di diversi periodi storici, la più antica risale al seicento, mentre la più recente è è del 1930/35, rifatta in stile medievale su indicazione del proprietario, Andrea Menchetti, storico di fama internazionale.

 

 

Collegiata Santa CroceCOLLEGIATA DI SANTA CROCE
L’attuale edificio del pieno XIX secolo è stato costruito sull’antica chiesa romanica “delle quattro colonne”. La pianta interna è a tre navate con due cappelle disposte intorno le navate laterali. Nella navata di sinistra si trova la cappellina del Santissimo Sacramento, con affreschi del Cattani, mentre nella navata di destra si trova la cappella della Madonna di Pompei, con affreschi da Silvio Galimberti. Tra le opere più importanti due tele di Claudio Ridolfi, “il martirio di San Lorenzo” e “La Madonna del soccorso”.

 


Palazzo ComunalePALAZZO COMUNALE

Il palazzo si trova al centro della piazza e risale al 1749, realizzato su progetto dell’architetto Giuseppe Carbonari, originario di Corinaldo. La facciata è divisa in tre ordini, il primo con loggiato caratterizzato da una serie di archi a tutto sesto, il secondo livello presenta una serie di balconi e il terzo è interamente finestrato. Lateralmente al corpo centrale si aprono altri due edifici laterali: una è l’ex abitazione del podestà e l’altro è il teatro “La Vittoria” riaperto nel 1998 dopo un lungo periodo di restauro.

TeatroTEATRO LA VITTORIA
L’edificio fu costruito nel 1863 anche se Ostra ebbe prima altri teatri, il primo dei quali sorgeva nel VXIII secolo in quella che ancor oggi si chiama Via del Teatro. Anticamente il teatro era di proprietà dei nobili, i quali si occupavano anche dell’organizzazione degli spettacoli.
Nella seconda metà del XIX secolo venne incaricato l’architetto Ghinelli di provvedere al restauro dell’edificio, il cui progetto passò poi all’architetto Francesco Fellini, di Barbara. Nel 1867 il nuovo teatro era perfettamente operante. La sala alla quale si accede attraverso un piccolo atrio decorato da stucchi geometrici, ha la forma a ferro di cavallo dove si affacciano 29 palchetti, distribuiti su due ordini e sormontati da un bel loggione.

Torre Civica

TORRE CIVICA
La struttura è stata edificata nel XVI sec. ed è nata come torre campanaria annessa originariamente alla non più esistente chiesa di San Giovanni, distrutta da un bombardamento durante la seconda guerra mondiale e ricostruita nel 1950. La torre è alta 33 metri ed ospita all’interno ancora gli antichi ingranaggi dell’orologio.

Chiesa San FrancescoCHIESA DI SAN FRANCESCO
La struttura architettonica originaria risale al 1283, ricostruta poi nel 1350 come chiesa del Comune. Nel 1881 il sindaco, Luigi Antolini, fece modificare la struttura della chiesa per farvi realizzare il portico antistante, usato come spazio per allestire il mercato coperto.

Palazzo Padri  ConventualiPALAZZO DEI PADRI CONVENTUALI
Il Palazzo è sede dei Padri Francescani Conventuali e venne costruito accanto alla chiesa di San Francesco nel XVIII sec. All’interno dell’edificio trovano sede la Biblioteca, che conserva antichi e preziosi incunaboli e una rara edizione dei “Promessi Sposi” del 1827, l’Archivio Storico, il cui patrimonio comprende pergamene dei XIII sec., la Pinacoteca Civica e la Scuola di Restauro.

Palazzo LuziPALAZZO GABUZZI FEDELI LUZI
Lo stile architettonico è tipico seicentesco con i suoi caratteristici balconcini; all’interno vi sono pregevoli dipinti e una cappella, dedicata a S. Pio V, che ospita 365 reliquie di santi.

PALAZZO SANZI PERICOLI
Fu fatto costruire dai nobili proprietari terrieri Sanzi, tra il 1723 e il 1739.
Le numerose sale sono adorne di affreschi e stucchi di pregio e conservano preziosi Palazzo Pericolidipinti e arredi.
 

Santuario SS. Crocifisso
SANTUARIO DEL SS. CROCIFISSO

La chiesa è stata edificata nel 1333 e presenta la facciata, che nonostante alcune manomissioni delle epoche successive, conserva i caratteri tipici dell’architettura tardo medievale. Internamente si trova la scultura lignea barocca raffigurante il “Cristo agonizzante” di Bartolomeo Silvestri da Verucchio.

Santuario Madonna della RosaSANTUARIO DELLA MADONNA DELLA ROSA
La struttura settecentesca è simile ad un tempio, solo la facciata e il campanile furono edificati alla fine dei XIX sec.
Internamente si conservano numerose tavolette votive, bandiere turche del 1717 e l’edicola miracolosa del XVII sec. dedicata alla Madonna.

Convento Padri CappucciniCONVENTO DEI PADRI CAPPUCCINI

Costruzione, in tipico stile architettonico francescano, edificata nel 1883-1885 dedicata a S. Antonio. Attualmente, dopo una lunghissima permanenza dei Padri Cappuccini ad Ostra, la struttura conventuale è stata chiusa.

Santuario Santa Maria ApparveSANTUARIO DI S. MARIA APPARVE

Tempio edificato intorno al 1900 sulle fondamenta della primitiva chiesetta rinascimentale dedicata al culto della Madonna che qui apparve.

CHIESA DI SAN ROCCO
Costruita negli anni 1528 – 1545, è annessa all’ex convento delle Clarisse.
All’interno sono conservati interessanti stucchi, pregevoli pitture di Giacinto Brandi e Pietro da Cortona e un bellissimo organo Callido del 1771.

CHIESA DI SAN FILIPPO NERI
Originariamente la chiesa era dedicata a San Giuseppe, fu poi ricostruita nel 1781 dai Padri Filippini, che la intitolarono così a San Filippo. Internamente è conservata una tela di Claudio Ridolfi.
 

 

Marianna Marano