Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

“Un blocco del cimitero di Ripe di Trecastelli versa in una situazione di incuria e degrado”

La lettera di due lettori, i cui genitori sono sepolti nella struttura: "Segnalazioni, colloqui, impegni, ma ad oggi nulla è cambiato"

1.207 Letture
commenti
Situazione di degrado al cimitero di Ripe

Da alcuni anni abbiamo entrambi i nostri genitori sepolti al cimitero di Ripe, in quanto abitanti da sempre a Passo Ripe, avevano espresso la volontà una volta che fosse arrivato il momento di riposare nel “loro” cimitero.

Scelsero a suo tempo ed acquistarono i loculi situati nel blocco “I” denominato “Antonelli” che si trova all’altezza del Monumento ai Caduti, vicino al vecchio ingresso.

Fin da subito ci accorgemmo di alcune criticità di detto “blocco”, in particolare nella corrosione della copertura e del muro di sostegno in cemento armato, che verosimilmente da anni ha copiose infiltrazioni di acqua, che ne ha provocato il distacco di alcuni pezzi di cemento con la conseguente formazioni di “buchi” e l’arrugginimento delle verghe di ferro interne ormai esposte.

Inoltre a rendere il quadro ancora più preoccupante e desolante vi è presenza a pochi metri di distanza, di una enorme quercia pendente pericolosamente, tanto che il tronco ha divelto e provocato il parziale crollo del suo muretto di contenimento ed i rami si sono abbassati ed in presenza di vento vanno ad “aggredire” il tetto di detto loculo contribuendo a deteriorarlo e lasciando cadere poi sui loculi sottostanti rametti secchi, foglie pezzetti di cemento e quant’altro.

Situazione di degrado al cimitero di RipeSituazione di degrado al cimitero di RipeSituazione di degrado al cimitero di Ripe

Nell’ultimo periodo, forse complice la prolungata estate passata, fra i loculi avevano nidificato anche numerosissime api/vespe? Che di fatto impedivano l’avvicinarsi dei parenti ai loculi interessati, apprendevamo che anche questa situazione era stata riportata da altri, all’amministrazione.

I nostri genitori, come peraltro gli altri defunti, non meritano di certo una situazione di degrado, di incuria e disinteresse, non ci dimentichiamo che per tutta la loro vita hanno risieduto, lavorato, pagando anche le relative tasse oltre ad aver amato il loro splendido paese Ripe.

La cosa che più ci fa specie è che con poche migliaia di euro si potrebbe facilmente provvedere alla potatura delle piante, palesemente non fatta da molti anni, ed il ripristino della copertura tramite piccole riprese di consolidamento del cemento armato e regimentazione delle acque di scolo dal tetto, invece di aspettare altri anni per poi dover forzatamente intervenire con spese di molto superiori…

La dignità delle persone ivi sepolte, nel rispetto delle vite da loro condotte, non può permetterlo.

Segnalazioni di tale situazione sono state fatte via email allegando relative foto agli uffici comunali competenti già negli anni 2021 e 2022 , nonchè si è avuto un colloquio con il Sindaco che si è impegnato da buon politico, ad interessarsi alla risoluzione della questione ma ad oggi nulla è cambiato.

Lettera firmata

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!