Errore durante il parse dei dati!
Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Castelleone, lista civica paese verde sulla variazione di bilancio

"Più che mai la discarica si sta rivelando strategica e confortante per il futuro della nostra comunità"

Fabbri Infissi Senigallia - Dierre - Bonus fiscale 50% infissi, porte e cancelli
Il panorama di Castelleone di Suasa

Durante la seduta dell’ultimo Consiglio comunale 28 novembre 2018 si è discussa la delibera relativa alla variazione di bilancio (l’ultima variazione consentita dalla legge entro il termine del 30 novembre 2018) e rispetto ai movimenti in entrata e in uscita del bilancio comunale, abbiamo notato interessanti modifiche sulle quali abbiamo espresso i nostri giudizi di cui riassumiamo i diversi contenuti.

Il primo dato riguarda un finanziamento ottenuto dallo Stato di 24.000,00 euro, (più 6.000,00 a carico del bilancio) con un decreto del Ministero dell’interno del 2017 che va a finanziare il progetto relativo alla installazione di quattro impianti di videosorveglianza nel territorio comunale dopo che il Comune ha sottoscritto insieme al Prefetto della Provincia di Ancona il “Patto per la sicurezza urbana”, cosa che è stata possibile grazie anche al nostro impegno nel momento in cui alla fine del mese di giugno 2018 abbiamo richiamato l’attenzione dell’Amministrazione comunale a sottoscrivere il Patto con la Prefettura e a presentare un progetto adeguato.

A questo proposito abbiamo invitato il Sindaco a proseguire con decisione sulla strada della prevenzione sulla sicurezza, considerato che il Comune di Corinaldo ha investito 180.000,00 euro (più 20.000,00 a carico dello Stato) dopo che nel 2015 e nel 2017 aveva gia finanziato progetti simili, per dare risposte alla domanda di una maggiore sicurezza da parte dei cittadini. Un’altra importante voce in entrata riguarda gli introiti della nuova discarica che a fronte di una previsione di entrata di 1.094.354,00 euro fa registrare un aumento di 157.000,00, portando quindi gli introiti della discarica per l’anno 2018 per la quota spettante al Comune di Castelleone di Suasa a euro 1.251.354,00. Già la tanto disprezzata discarica che ha sempre visto negli anni passati una grande avversità da parte degli attuali amministratori di maggioranza, che hanno sempre votato contro e osteggiato il progetto di ampliamento, si ritrovano fra le mani un tesoro che permette loro di spendere senza problemi, noi ovviamente invitiamo sempre il Sindaco a usare prudenza e oculatezza quando si utilizzano i soldi dei cittadini.

Pertanto oggi più che mai la discarica si sta rivelando strategica e confortante per il futuro della nostra comunità, a conferma che le scelte politiche e programmatiche delle precedenti Amministrazioni sono state utili, sagge e lungimiranti. Nel corso dei nostri interventi abbiamo richiamato l’attenzione del Sindaco a intervenire con opere di miglioramento nella Farmacia comunale, visto che è stata completamente rinnovata oltre dieci anni fa con il progetto dei centri commerciali naturali e che rappresenta, insieme alla discarica, una fonte di guadagno consistente per le casse comunali e abbiamo fatto presente la necessità di renderla sempre più funzionale e competitiva.

Un’altra cosa utile e importante che abbiamo sollecitato è una maggiore presenza del personale esterno dipendente dell’Unione dei Comuni nel nostro territorio, visto che il Paese necessita di maggiore cura, pulizia e lavori di ordinaria manutenzione e il personale del Comune non è stato trasferito all’Unione solo per ottenere maggiori contributi economici dallo Stato, ma soprattutto per rendere più efficaci e migliori i servizi. Quindi abbiamo chiesto esplicitamente al Sindaco di adoperarsi affinchè vi sia una maggiore e costante presenza di personale che operi nel nostro territorio comunale in modo da fare fronte a carenze evidenti e continue come la scarsa pulizia delle vie e delle piazze comunali. Infine abbiamo fatto presente che nella manovra economica del Governo che è attualmente in discussione alle Camere, sono previste azioni preoccupanti per i bilanci comunali, una fra questa il blocco da parte dello Stato del rimborso della TASI che se confermato potrebbe andare in carico ai cittadini.

Infatti la Tassa sui Servizi Indivisibili che riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale, il trasporto scolastico, gli asili, la pubblica sicurezza ecc, con la legge di stabilità del 2016 il gettito che dal 2014 era stato pagato dai cittadini, viene rimborsato ai Comuni dallo Stato, facendo risparmiare ai cittadini e garantendo agli enti locali la stessa entrata. Ora la manovra finanziaria prevede il blocco da parte dello Stato di questo rimborso e, se non verrà modificata la norma dal Parlamento, i cittadini italiani saranno costretti a pagare una nuova tassa dal 2019. Qualcuno della maggioranza ha detto che per ora sono solo voci, noi abbiamo detto invece che è un articolo specifico della manovra e che i rappresentanti degli enti locali (ANCI, LEGAUTONOMIE) in sede di conferenza unificata e nelle rispettive Commissioni di Camera e Senato, ne hanno chiesto la modifica, oltre che a denunciare tagli dei trasferimenti agli Enti locali. Il nostro auspicio è che queste osservazioni vengano accolte. Pertanto ci siamo astenuti al punto all’ordine del giorno.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!