Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Ostra, al Teatro La Vittoria “Platonov”di Cechov

L’appuntamento è per sabato 11 gennaio

Albergo Ristorante Bice Senigallia - Consegna a domicilio per ordini da asporto
teatro "La Vittoria" di Ostra

Sabato 11 gennaio la stagione del Teatro La Vittoria, promossa dal Comune di Ostra e AMAT con il contributo di MiBACT Direzione dello Spettacolo e Regione Marche, ospita Platonov da Anton Cechov, uno spettacolo del Mulino di Amleto riscritto da Marco Lorenzi, che firma anche la regia, e Lorenzo De Iacovo, interpretato da Michele Sinisi con Stefano Braschi, Roberta Calia, Yuri D’Agostino, Barbara Mazzi, Stefania Medri, Raffaele Musella, Giorgio Tedesco, Angelo Maria Tronca.

Lo spettacolo è una finestra aperta su un lavoro giovanile incompleto di Cechov. Platonov è il fallimento dell’utopia del suo giovane autore che vuole raccontare la vita cogliendone appieno i più̀ profondi meccanismi. Il suo sforzo s’infrange contro la vita stessa e l’impossibilità di coglierla nella sua interezza in un dramma teatrale.

L’azione si svolge nella tenuta di Anna Petrovna, in serate estive che il maestro elementare Platonov – conteso tra la moglie Sasha, la stessa padrona di casa e la giovane Sofja –, il figliastro di Anna e artista teatrale Vojnjcev, il ricco Porfirij, il figlio Kirill, giovane medico scriteriato, trascorrono tra fiumi di vodka. Una festa sopra la tragedia, per personaggi insolitamente comici malgrado l’insostenibile solitudine e l’inconsistenza della loro ricerca di amore.

Questo testo è generalmente considerato come quasi impossibile da mettere in scena. Ciò̀ che resta è un gigantesco affresco composto da brandelli di scene, dialoghi, personaggi che cercano un senso a quello che senso non può̀ avere. Questo è Platonov. Un modo come un altro per dire che la felicità è altrove: un’opera non finita per esseri umani non finiti, incompleti, incerti, resi fragili dal loro “voler essere” che si scontra inevitabilmente con ciò̀ che sono nella realtà̀. Come noi.

Amat
Pubblicato Venerdì 10 gennaio, 2020 
alle ore 0:23
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!