Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Arrestati i responsabili del furto all’ufficio postale a Passo Ripe di Trecastelli

Tre pugliesi in manette dopo 7 mesi di indagini: con le "trasferte" nella provincia dorica avevano razziato vari istituti di credito

3.188 Letture
commenti
Autospurgo Quattrini - Massima reperibilità - Marotta-Mondolfo
Trecastelli: ladri fanno esplodere il postamat

Tre pugliesi sono stati arrestati dai carabinieri in quanto presunti componenti di una banda specializzata in assalti a sportelli bancomat nella provincia di Ancona. Tra i colpi che i militari di Osimo, in collaborazione con i colleghi di Foggia, hanno addebitato ai tre c’è anche quello allo sportello atm dell’ufficio postale a Passo Ripe di Trecastelli dello scorso febbraio.

I tre, di 21, 29 e 36 anni, residenti a Orta Nova (Fg), facevano i ‘pendolari’ per fare i vari sopralluoghi nelle Marche e poi per realizzare i colpi attraverso l’uso di ordigni esplosivi artigianali e con il gas acetilene.

Le indagini, denominate “Cash point” e coordinate dal pm di Ancona Ruggiero Dicuonzo, hanno permesso di ricostruire il modus operandi della banda: prima facevano i sopralluoghi, poi rubavano automobili di residenti della zona. Dopo i furti ai danni di istituti di credito e uffici postali (tra cui anche San Biagio di Osimo e Monte San Vito, rispettivamente da 57mila e 40mila euro), con il bottino, tornavano nel foggiano.

Due dei tre sarebbero coinvolti in un solo furto, mentre solo uno sarebbe il responsabile degli altri due colpi, tra cui quello a Trecastelli, che fruttò circa 20mila euro. anche se altri colpi nella zona sono al centro di ulteriori accertamenti. Ben più ingenti i danni ai tre edifici, il cui totale supera i 150mila euro.

A incastrarli sono state le indagini che hanno sfruttato le immagini di alcune videocamere di sorveglianza. Sono tutti e tre agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

 

Nella foto, l’ufficio postale di Trecastelli danneggiato dopo l’assalto del 19 febbraio 2017

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!