Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

A Castelleone di Suasa si chiude la prima di edizione di “Compra e Vinci”

Estrazione dei tre premi finali per l'iniziativa promossa dalle attività commerciali del territorio

1.127 Letture
commenti
Compra e vinci a Castelleone di Suasa

Terminerà domenica 19 gennaio l’iniziativa Compra e Vinci, alle 10.30 in Piazza Vittorio Emanuele II a Castelleone di Suasa, in occasione della tradizionale “Benedizione degli Animali”, un funzionario della Camera di Commercio provvederà all’estrazione dei tre premi finali tra tutte le cartoline risultate non vincenti.

Trentuno attività commerciali/artigianali/agricole del territorio, con la Ditta Memy srl capofila, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, della Pro Loco e della Confartigianato Imprese di Ancona-Pesaro Urbino, hanno promosso un concorso a premi denominato “Compra e Vinci” destinato ai propri clienti. Acquistando in uno dei negozi aderenti si riceveva in omaggio una cartolina ogni 10€ di acquisti, grattando l’apposito spazio si poteva vincere immediatamente un buono sconto da utilizzare nell’attività riportata sulla cartolina, se la stessa fosse risultata  non vincente, andava  compilata ed imbucata negli appositi contenitori a disposizione degli esercenti.

Compra e vinci a Castelleone di Suasa - locandinaL’iniziativa è nata  come campagna di sensibilizzazione, per mettere al centro dell’attenzione i piccoli esercizi del nostro comune con lo slogan  “I piccoli negozi sono la vita del Paese, compra nei piccoli negozi e DAI VITA al TUO PAESE”.

Salvaguardare i piccoli negozi di paese significa preservare lo stesso dalla sua desertificazione e dalla progressiva perdita d’identità e di servizi come posta o banca. Il negozio sotto casa è un ancoraggio della comunità, luogo di aggregazione prima ancora che di acquisto, luogo dove comprare beni di prima necessità: alimentari, frutta, verdura, prosciutto, formaggi, latte, biscotti …. ma anche abbigliamento, sigarette, giornali, chiodi, cartoleria etc.. Proviamo a pensare a come sarebbe il nostro paese se tutti i negozi che animano la vita quotidiana lentamente chiudessero, strade trafficate di auto ma vuote di vita. A risentirne intere fasce di popolazione, in particolare quelle più anziane, non servono tanti esempi per capire che la qualità della nostra comunità si misura anche dalla vitalità dei suoi esercizi commerciali/artigianali/agricoli.

La crisi economica prima di tutto, ma anche la burocrazia, l’onere fiscale e il difficile accesso ai finanziamenti rendono sempre più ardua la sopravvivenza sul mercato delle nostre piccole attività. A questi elementi va aggiunto il commercio online e l’incremento esponenziale delle grandi strutture di vendita con aperture ad orario continuato e festivo complicando una situazione già critica per i piccoli esercenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!