Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Addio al “Barbarino”: si è spento il campione di ciclismo Americo Severini

Aveva 88 anni: dalla piccola Barbara arrivò ad essere tra i più grandi al mondo nel ciclocross

2.584 Letture
commenti
RCR Agricoltura - Giardinaggio - Vendita e assistenza - Ostra
Americo Severini

Ci ha lasciato “Il Barbarino”. Si è spento mercoledì 1° aprile Americo Severini: avrebbe compiuto 89 anni l’11 maggio.


Era stato un mito del ciclismo, specialità ciclocross, negli anni Cinquanta e Sessanta.

“Un personaggio unico, estroverso, su cui si possono raccontare mille aneddoti, un campione indimenticabile”: così lo ricorda il piccolo Comune di Barbara, appena 1.300 abitanti, per il quale ha rappresentato un vanto e sicuramente lo sportivo più illustre.

Dal 1954 al 1967 Severini ha corso su strada e soprattutto nel ciclocross, una specialità che ha dato lustro all’Italia ma che non avrebbe avuto una tradizione così importante se non ci fosse stato un pioniere come l’atleta di Barbara, dove ancora viveva, legatissimo alla sua terra che ancora era solito percorrere in sella alla sua immancabile bicicletta: per ben tre volte fu campione italiano, in altre cinque arrivò secondo.

Severini fu tra i grandi a livello mondiale per un decennio: nel 1958 a Limoges, in Francia, vinse l’argento ai Mondiali, altre tre volte arrivò sul podio, l’ultima a 34 anni nel 1965.

Tanti i ricordi nelle ultime ore da parte del mondo del ciclismo e nella pagina facebook a lui dedicata: tra questi quello di Renato Longo, il più grande crossista italiano di sempre, che ha ricordato “il grande Maestro. Se ho praticato il ciclocross lo devo a te”.

Foto tratta da tuttobici.web

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!