Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
BCC Ostra e Morro d\'Alba - Albanostra - Assistenza spese sanitarie

Corinaldo C5: a Francesco Fedeli la terza edizione dello “Sportivo dell’anno-Davide Fabri”

Il riconoscimento ideato dalla società per premiare il giovane che più si è distinto nel Settore giovanile e fortemente voluto per onorare Davide Fabri

625 Letture
commenti
Palloni Calcio a 5

Va a Francesco Fedeli il premio come “Sportivo dell’anno – Davide Fabri” riconoscimento ideato dalla società per premiare il giovane che più si è distinto nel Settore giovanile e fortemente voluto per onorare Davide Fabri, “Crodo” per tutti noi, amico e giocatore del Corinaldo Calcio a 5 scomparso quattro anni fa.

Davide Fabri, il nostro Crodo, sorrideva. Sempre. Non c’erano vittorie o sconfitte che gli toglievano il sorriso. Crodo si allenava sempre al massimo, anche quando vedeva solo la panchina o il campo per pochi minuti. Crodo rispettava tutti, dal più piccolo al più grande, accettando consigli e rimproveri, ascoltando. Crodo parlava tanto, ma erano testa e cuore che avevano voglia di confrontarsi e condividere. Poi Crodo ha iniziato a stare male. A cambiare fisicamente. Veniva in palestra con una stampella. E il sorriso. Con il volto segnato dalla malattia. E il sorriso. Ha continuato a varcare la soglia del palazzetto finchè ha potuto: era un soffio caldo, una ventata di gioia, un abbraccio di vita. Crodo sapeva fare squadra. Crodo era la squadra. Ecco perché continua a vivere in noi e per noi rimarrà sempre il sorriso e l’esempio. L’esempio che prende vita con i fatti. Questo premio, simbolico, è per spronare chiunque, in particolare i giovani, a dare sempre il proprio meglio, a non mollare, a frenare gli impulsi e rimandare le gratificazioni, a coltivare consapevolezza, rispetto e gratitudine.

«Da tre anni a questa parte abbiamo preso questa bella consuetudine di premiare, simbolicamente, un atleta del settore giovanile che si è distinto non necessariamente per un discorso tecnico e tattico che tranquillamente scivola in secondo piano, ma per il suo atteggiamento, un atleta che prima sa aiutare se stesso poi gli altri – le parole del responsabile tecnico del Settore giovanile del calcio a 5 corinaldese, Massimo Tinti Un premio per far capire concretamente cosa significhi la parola insieme. Quest’anno il testimone passa da Andrea Perlini (vincitore della seconda edizione, il primo fu Edoardo Baldassarri, ndr) a Francesco Fedeli. Ho avuto modo di vederlo crescere; oltre alle tante e grandi abilità sportive che verranno fuori e faranno la felicità del Corinaldo Calcio a 5, Francesco ha questa grande capacità umana di essere al tempo stesso sobrio e ficcante. Il premio che piacevolmente gli consegniamo è un simbolo per chi si fa valere a 360 gradi, non solo dentro il campo.»

ASD Calcio a 5 Corinaldo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni