Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
BCC Ostra e Morro d\'Alba - Albanostra - Assistenza spese sanitarie

Il Centro-Sinistra sull’ultimo Consiglio comunale di Castelleone di Suasa

Stefano Morganti presentato come nuovo segretario

orologio torre castelleone
L’ultima seduta del Consiglio comunale di Castelleone di Suasa si è tenuta in video conferenza a causa delle restrizioni Covid-19.
 

Un consiglio nel quale sono state approvate le aliquote, detrazioni IMU, regolamento tassa rifiuti e piano economico finanziario e le aliquote IRPEF per l’anno 2021 che generalmente sono accorpate al Bilancio di previsione pluriennale, ma in questo caso la discussione e l’approvazione del bilancio sono state rimandate a data da destinarsi, contrariamente al comune di Corinaldo capofila dell’Unione dei comuni, che ha approvato il bilancio di previsione pluriennale venerdì 26 marzo 2021.
 
In apertura dei lavori il Sindaco ha presentato il nuovo Segretario comunale Dottor Stefano Morganti per anni Direttore generale del Comune di Senigallia. Abbiamo salutato il Dottor Morganti esprimendo il nostro apprezzamento come dirigente di comprovata esperienza, professionalità ed efficienza che sicuramente saprà mettere al servizio del Comune di Castelleone di Suasa. Per quanto riguarda l’approvazione dei verbale delle precedenti sedute, come avevamo già chiesto in passato, tutti gli interventi registrati grazie alla diretta streaming, verranno sbobinati e riportati fedelmente nel documento cartaceo, evitandoci così di dover ogni volta rettificare, integrare le dichiarazioni, considerazioni varie per garantire il più possibile la completezza ed esattezza delle affermazioni rilasciate durante le sedute consiliari.
 
Sono state approvate le aliquote e detrazioni dell’imposta municipale unica (IMU). Il Sindaco nella sua relazione ha detto che non ci saranno variazioni alle attuali aliquote confermando anche per l’anno in corso quelle degli anni precedenti e che il nostro comune ha l’imposta tra le più basse rispetto a comuni limitrofi. Abbiamo fatto notare che l’attuale maggioranza dal suo primo insediamento ha trovato nel 2014 l’IMU al 7,6 per mille e al suo primo bilancio l’ha  aumentata di un punto portandola al 8,6 per mille. Il Sindaco si è però dimenticato di dire, ma glie lo ricordiamo noi, che se la pressione fiscale è bassa, ciò è dovuta alle entrate certe e sicure garantite dalla discarica comunale programmata e voluta dalla precedente Amministrazione comunale e della farmacia comunale  che grazie a scelte lungimiranti e responsabili fatte negli anni passati, garantiscono certezze economiche e finanziarie per il bene dei cittadini castelleonesi e permettono al Sindaco di potersi vantare di una fiscalità tra le più basse del territorio.
 
A consuntivo anno 2019 la discarica comunale ha prodotto un guadagno netto di 290.304,10 euro e la farmacia comunale un utile netto di 52.631,59 euro per un totale 342.935,69 euro puliti di cui l’Amministrazione comunale può disporre a suo piacimento. Proviamo ad immaginare come sarebbe la pressione fiscale del nostro Comune se chi ha amministrato in passato non avesse avuto la lungimiranza di progettare e programmare queste importanti attività economiche? Proviamo ad immaginare quanto margine in più si sarebbe potuto avere dai proventi della discarica se l’attuale maggioranza non avesse ceduto al Comune di Corinaldo il 10% delle proprie quote scendendo dal 40%, concordate dalla precedente Amministrazione comunale, al 30% attualmente in possesso!!!! Si è parlato poi di rifiuti con l’approvazione del Regolamento TARI e del Piano Economico Finanziario per l’anno 2021.
 
Il regolamento prevede che le utenze non domestiche (attività produttive e commerciali) siano esentate dal pagamento della tassa rifiuti per il periodo dal 1 marzo al 31 agosto 2021 (6 mesi) in quanto utenze “maggiormente colpite dall’emergenza Coronavirus”. Abbiamo fatto notare che non tutte queste attività sono state costrette alla chiusura dai provvedimenti del Governo per fronteggiare la diffusione del virus, ma anzi alcune attività non hanno mai chiuso continuando a lavorare anche con maggiore intensità, l’Amministrazione comunale ha comunque ritenuto opportuno dare contributi economici a tutti indistintamente. Il Piano Economico Finanziario ha confermato un aumento del 5% del costo della TARI per l’anno 2021, a questo proposito abbiamo formulato alcune legittime e corrette richieste di chiarimento circa il costo della raccolta rifiuti per le famiglie colpite dal Covid-19, (infatti in questo caso i rifiuti vengono raccolti e smaltiti a parte inceneriti in un impianto a Coriano in provincia di Rimini), se l’importo di questa spesa fosse inserita nel PEF, ma ne il Sindaco ne l’Assessore competente ci hanno saputo dare risposta.
 
A questo punto è intervenuto il responsabile comunale dell’Ufficio tributi che, il giorno successivo, con una nota scritta ci ha fornito tutte le risposte e i chiarimenti ai nostri dubbi e domande, per esempio il costo previsto dello smaltimento rifiuti Covid-19 di euro 6.160,00 non è compreso nel PEF ma sarà coperto dai fondi dello Stato per il ristoro ai Comuni. Abbiamo fatto presente che in questi anni la percentuale della raccolta differenziata è rimasta stabile, nel 2014 era del 67,2% nel 2020 è stata del 66,7%, poco o nulla è stato fatto per incentivare la raccolta differenziata e i numeri parlano chiaro.
 
E’ stato modificato il regolamento del canone di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria che era stato adottato nell’ultimo consiglio del 30 dicembre 2020, la modifica, visto il protrarsi dell’emergenza Covid-19, prevede l’esenzione del pagamento per occupazione di suolo pubblico fino al 31 dicembre 2021, per attività di lavori di edilizia, abbiamo accolto con favore questa decisione e abbiamo proposto che l’esenzione del pagamento della tassa per il suolo pubblico, si applichi anche per bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie, attività che maggiormente risentono delle ristrettezze legate all’emergenza. Il Sindaco ha risposto che non è opportuno in quanto non ci sono state richieste da parte dei diretti interessati e che comunque si valuterà qualora vi fossero iniziative in merito. Abbiamo replicato che il decreto sostegni recentemente approvato dal Governo prevede l’esenzione fino al 30 giugno e che la nostra proposta di estenderla fino alla fine dell’anno, è la stessa avanzata da Antonio Decaro Sindaco di Bari e Presidente dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) e che comunque questa modifica si poteva adottare in quanto non avrebbe creato nessuna difformità all’Amministrazione comunale, ma il Sindaco non ha accettato la nostra proposta che, come di solito avviane, è stata respinta dalla maggioranza.
 
Gruppo Consiliare
Centro Sinistra per
Castelleone di Suasa
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!