Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova

A Marco Coppari la 4°edizione dello “Sportivo dell’anno-Davide Fabri”

Premio al preparatore dei portieri del Corinaldo C5

718 Letture
commenti
Marco Coppari del Corinaldo C5 "Sportivo dell'anno-Davide Fabri"

Va a Marco Coppari il premio “Sportivo dell’anno-Davide Fabri”, riconoscimento ideato dalla società e fortemente voluto per onorare Davide Fabri, Crodo per tutti noi, amico e giocatore del Corinaldo Calcio a 5 scomparso quasi sei anni fa a 29 anni a causa di una malattia.

Mercoledì scorso, nella sede corinaldese della BCC di Pergola e Corinaldo, all’interno della presentazione di “Portieri e Basta In Camp 2022” il camp dedicato ai portieri di tutta Italia organizzato dall’associazione Portieri e Basta di Emanuele Chiarizia e Marco Cotichelli, a Corinaldo dal 24 al 26 giugno in collaborazione con l’ASD Calcio a 5 Corinaldo con il proprio preparatore dei portieri Marco Coppari in prima linea, sul finale, a sorpresa, è stato svelato il vincitore della quarta edizione del premio. Alla presenza del sindaco di Corinaldo, Matteo Principi e l’assessore allo Sport, Riccardo Silvi e di alcuni allenatori e dirigenti del CorinaldoC5, Marco Coppari ha ricevuto dal presidente della società corinaldese Luca Bucci un targa che recita: “Quello in cui credono molte persone, si realizza solo attraverso l’esempio di alcuni”.

Il nostro sempre presente Crodo era sorriso, spontaneità, spirito di sacrificio, altruismo, generosità e si potrebbe continuare all’infinito, con un senso profondo di identità, di gruppo, di squadra. Per noi era e rimarrà sempre un esempio e questo premio, simbolico, è per spronare chiunque a dare sempre il proprio meglio, senza lasciarsi abbagliare dalle luci dei riflettori, senza compararsi agli altri, ognuno è unico e speciale perché se stesso.

Dopo Edoardo Baldassarri, Andrea Perlini e Francesco Fedeli, il testimone passa quindi a Marco Coppari. Non un giovane, ma un adulto che in tutti questi anni si è preso cura (e se ne prende cura tutt’ora) dei nostri ragazzi, distinguendosi, oltre che per la propria scrupolosità e professionalità, per la spontaneità nel dare grande importanza alla crescita delle doti umane dei ragazzi che allena.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!