Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Calcio a 5, Serie B: Corinaldo, che personalità!

In un PalaPanzini pieno, finisce 6-6 il derby con l'Audax Senigallia

439 Letture
commenti
Calcio a 5: Audax Senigallia - Corinaldo

È da poco finita la partita. Il tabellone segna ancora 6-6. Il Corinaldo saluta i padroni di casa, poi va nella propria metà campo e si stringe in un abbraccio corale per trenta secondi. 1,2,3 Crodo. L’ abbraccio si scioglie.

Tutti in riga ad applaudire il pubblico. Il pubblico accoglie e restituisce. Si chiama reciprocità, ed è una bellissima sensazione. Poi mister Tonelli si gira verso i suoi, sembra un direttore d’orchestra, li applaude. Dentro, fuori, siamo un tutt’uno.

Calcio a 5: Audax Senigallia - CorinaldoCalcio a 5: Audax Senigallia - Corinaldo

Lo vedi il pubblico? Lo senti il pubblico? Il pubblico dà la misura di quanto sia importante per gente come noi il derby. Una partita che fa sempre storia a sé. Abbiamo iniziato a pensare al derby a giugno, quando abbiamo saputo che l’Audax sarebbe stata una nuova protagonista della serie B. È in quel momento che è iniziato il derby. Un privilegio e un orgoglio giocarlo. Un privilegio e un orgoglio poterlo vivere sugli spalti.

Sabato è stata una partita bellissima. Dentro il campo. Fuori dal campo. Ci fanno sapere che eravamo in settecento o giù di lì.

Prima del fischio d’inizio, un minuto di raccoglimento in memoria delle ennesime vittime di un incidente sul lavoro, questa volta avvenuto sabato nel cantiere di via Mariti a Firenze.

Un lungo applauso, poi il via a quella leggerezza che solo lo sport è in grado di regalare.

Calcio a 5: Audax Senigallia - CorinaldoPronti via. Da un lato la capolista Audax, 34 punti; dall’altro il Corinaldo, 21 punti. Tredici punti di differenza. Più passerà il tempo e più nessuno se ne accorgerà. Al 3’ Bikai sblocca la partita, risponde Micci qualche minuto dopo. Già dalle prime battute il campo dice che sarà come la goccia che scava la roccia, ci vorranno tempo e pazienza per costruire e ricostruire. Al 9’ quinto fallo di un Corinaldo che non si risparmia, autore di una prova di personalità magistrale. Al 16’ ci mette lo zampino Mancini segnando l’1-2, arriva anche Bronzini, 1-3. Siamo al 18’. Sesto fallo (dubbio) del Corinaldo, Benigni sul dischetto del tiro libero, Fattorini nulla può, 2-3. Non è finita. Toppi pareggia al 19’ poi l’Audax si marchia anche lui del quinto fallo, ma il tempo è ormai scaduto. 3-3, tutti negli spogliatoi. Al rientro è Chiarizia a portare in vantaggio i suoi, poi entra Micci (in evidente stato di forma atletica e mentale, mostruoso) e ne segna due, uno dopo l’altro, ribaltando ancora una volta il risultato, 4-5. Un blocco Audax che permette a Pacenti di segnare, riporta tutto in parità. Al 17’ Antronaco rimette la freccia, 6-5, ma il Corinaldo non ci sta. Mister Tonelli, a due dal termine, inserisce il portiere di movimento ed è Bacchiocchi (che Bacchiocchi!) al 19’ a far esplodere di gioia un’intera curva. L’Audax vuole vincerla, quindi ci prova anche lui con il quinto di movimento, ma è troppo tardi, il pareggio ha la meglio sulle due squadre.

Prossimo incontro sabato 24 febbraio ore 15:00 alla Trave di Fano in casa dell’Etabeta.

Serie B campionato nazionale 16ª giornata

Audax 1970 – Corinaldo 6-6 (pt 3-3)

Audax 1970: Chiarizia(C), Federici, Paludo, Benigni M., Massi, Bikai, Riccio, Scattolini, Toppi, Pacenti, Antronaco, Olivi. All. Petrolati

Corinaldo: Fattorini, Denaro, Campolucci(C), Perlini A., Jacchetti, Agostinelli, Bacchiocchi, Mancini, Bronzini, Micci, Rotatori, Pettinari E. All. Tonelli

Reti: Micci 3, Bacchiocchi, Mancini, Bronzini

Classifica 16°g. Audax 35, Grifoni 33, Rieti 27, Recanati 26, Cus Ancona 23, Corinaldo, Etabeta Fano 22, Cus Macerata, Spes Poggio Fidoni 20, Gadtch 17, Sangiorgio 16, Cerreto d’Esi 15.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!