Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Realizzazione e promozione siti web

Chiusa in uno stanzino dai ladri, raid ad Arcevia

Carabinieri indagano su un furto avvenuto in pieno giorno: rubati fucili, pistole, gioielli e soldi

5.028 Letture
Un commento
carabinieri, 112

Razzia di soldi, gioielli e armi in pieno giorno ad Arcevia. L’episodio è avvenuto intorno a mezzogiorno di martedì 1 marzo, nella frazione di Piticchio, dove un’abitazione è stata presa di mira da alcuni malviventi.

Questi, due persone, hanno atteso che uscisse il padrone di casa e poi sono entrati in azione: hanno suonato il campanello e, quando l’anziana donna rimasta in casa ha aperto il portone d’ingresso, l’hanno presa e rinchiusa in uno sgabuzzino per poter agire indisturbati.

Poi si sono diretti verso l’obiettivo del colpo, un mobile dove erano nascosti e custoditi ben sei fucili da caccia e due pistole, contanti e gioielli. Dopo aver razziato tutto quanto, sono usciti e hanno fatto perdere le proprie tracce.
Sull’episodio indagano i Carabinieri di Arcevia, chiamati immediatamente dopo il colpo dal figlio che, una volta rientrato in casa, ha trovato la madre chiusa in uno stanzino.

Ancora da quantificare la somma precisa del bottino che, oltre alle armi, conta anche soldi e preziosi.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Solo un commento
Mario2 2016-03-03 15:27:10
Ottimo, cosi ora mentre un gruppo di criminali armati se ne andrà in giro impunito a rapinare la gente per bene, il proprietario che probabilmente avrà anche speso dei soldi per nascondere e proteggere delle ami, regolarmente detenute e usate per la caccia, si beccherà una denuncia penale e poi gli verrà negata la detenzione, questa è la beffa oltre al danno.
A tanto si è arrivati in Italia, poi chiediamoci come mai i furti sono all'ordine del giorno.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!