Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Il Prefetto D’Acunto visita Serra de’ Conti

L'amministrazione comunale ha mostrato il paese e illustrato la possibilità di acquistare il monastero

1.494 Letture
commenti
Monastero di Maria Maddalena di Serra de' Conti

Il dott. Antonio D’Acunto, da poco nominato Prefetto di Ancona, nel pomeriggio del 4 maggio 2016, è stato gradito ospite del Comune di Serra de’ Conti ed ha avuto occasione di incontrare i Consiglieri e Assessori comunali i quali hanno presentato la comunità serrana, illustrando le peculiarità del nostro territorio relativamente all’economia, al notevole dinamismo culturale e sociale, nonché ai principali eventi come la Festa della Cicerchia e il Festival Nottenera che promuovono la nostra comunità ben oltre i confini regionali.

Naturalmente, sono stati trattati anche i temi della sicurezza che destano non poche preoccupazioni presso i cittadini e le attività produttive.

Il Sindaco Arduino Tassi ha consegnato al Prefetto degli omaggi simbolici e rappresentativi del nostro territorio, in particolare una confezione di Cicerchia, delle bottiglie di ottimo Verdicchio e il Lonzino di Fico, quali simboli della nostra tradizione agroalimentare e di nuove ed interessanti prospettive per il rilancio economico, promozionale e turistico del territorio, che vedono impegnati giovani imprenditori preparati e professionali.

Il Prefetto D’Acunto ha anche voluto fare una breve passeggiata nel centro storico e ha potuto visitare la splendida Chiesa di S. Maria Maddalena d’impianto borrominiano, di proprietà del FEC (Ministero degli Interni), apprezzandone l’ottimo stato di conservazione a seguito dei restauri degli anni scorsi e, in particolare, i grandi dipinti parietali di rilevante interesse, tra i quali spicca la tela sull’altare maggiore.

A margine dell’incontro ufficiale il Sindaco ha potuto illustrare al Prefetto due importanti prospettive per la comunità ed il territorio: il progetto di acquisto del Monastero da parte dell’Amministrazione comunale, finalizzato a nuove prospettive nel rapporto tra economia, agricoltura e territorio e il progetto di Unione dei Comuni delle Valli Misa e Nevola, proposto dal Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi per aggregare le funzioni di area vasta (informatica, sociale, appalti) senza snaturare l’autonomia dei singoli Comuni.

Due importanti ed impegnativi progetti che hanno suscitato l’attenzione, l’apprezzamento ed il vivo interesse del dott. D’Acunto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!