Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Bonvini - Arredamenti parrucchieri

Operazione “Chiarizia”, due condanne e tre assoluzioni

Nuova udienza che conclude il processo su ben dieci persone accusate di spaccio, estorsione e associazione a delinquere

3.674 Letture
commenti
toghe, giudici, udienza, tribunale, processo

Si è tenuta mercoledì 9 novembre, al tribunale di Ancona, una nuova udienza relativa al processo per l’ormai nota “operazione Chiarizia“, l’operazione dei carabinieri di Senigallia che aveva portato all’arresto o all’indagine su diversi soggetti tra il 2013 e il 2014 per episodi legati a spaccio di droga, estorsione, minacce e pestaggi.

Nell’udienza, due persone sono state condannate: Gianni di Mattia, di Serra de’ Conti, a due anni di reclusione per cessione di droga, mentre la sentenza per la consorte Stefania Melotti è stata di un anno (entrambi erano difesi dall’avv. Raffaele Sebastianelli).

Assoluzione invece per tre persone: si tratta di A.R., di Ostra Vetere, a cui era contestato il concorso in estorsione, difeso dall’avvocato Corrado Canafoglia che ne è riuscito a dimostrare l’estraneità dai fatti; di J.A., di Serra de’ Conti (difeso dall’avv. Sebastianelli) e di L.C., senigalliese residente a Serra (avv. Elisabetta Nicolini), finiti nell’indagine per episodi di spaccio di droga, dai quali però sono risultati estranei.

Un processo lungo durante il qualealtre persone erano poi arrivate al patteggiamento per episodi risalenti agli anni 2011, 2012 e 2013 e per i quali il Pm aveva chiesto sei anni: tra i capi di accusa, oltre allo spaccio e alle estorsioni, vi era anche l’associazione a delinquere.
Il sodalizio ora smantellato agiva in modo tale da minacciare i consumatori che non pagavano la droga avuta e, se i soldi continuavano a non arrivare, dalle minacce si passava ai pestaggi. Solo l’intervento dei Carabinieri e le rivelazioni di una vittima del gruppo aveva permesso di fare luce di alcuni fatti che avevano incupito il clima nella Valmisa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!