Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Minaccia la moglie con un coltello, arrestato un uomo a Trecastelli

Un quarantanovenne rinchiuso a Montacuto per maltrattamenti in famiglia

5.267 Letture
commenti
Netservice - Realizzazione e promozione siti web
Controlli dei Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato lunedì 30 gennaio un quarantanovenne residente a Trecastelli, di professione meccanico, per il reato di maltrattamenti in famiglia.


Lunedì sera, l’uomo, all’interno della propria abitazione, in preda ad uno stato di agitazione psicofisica, per futili motivi scatenati da problemi economici avrebbe minacciato con un grosso coltello da cucina la moglie, costringendola a rifugiarsi nella camera della figlia minorenne ed a chiudere la porta a chiave.

Poi è stato lo stesso 49enne ad avvertire il “112” della Compagnia Carabinieri di Senigallia ed a riferire all’operatore di essere intenzionato ad uccidere la moglie.

Sul posto è stata inviata immediatamente la pattuglia della Stazione di Corinaldo agli ordini del Maresciallo Francesco Gagliardi.

Appena varcata la porta di ingresso, i Carabinieri si sono trovati di fronte il 49enne, che subito si è avventato loro contro pronunciando parole di minaccia, prima di venire ricondotto alla calma.

Quando tutto sembrava essersi risolto per il meglio, dalla porta del soggiorno è comparsa la moglie. Alla sua vista l’ira del quarantanovenne si è riaccesa all’istante e nonostante i Carabinieri lo tenessero bloccato l’uomo è comunque riuscito a spintonare la donna, costringendola nuovamente a cercare riparo in un’altra stanza. Anche sotto la stretta dei militari l’uomo ha continuato ad agitarsi urlando ripetute minacce di morte all’indirizzo della compagna, tanto da costringere i Carabinieri a condurlo in caserma per farlo calmare. La successiva perquisizione in casa ha consentito anche di recuperare, infilzato su un tavolo di legno, il grosso coltello da macellaio utilizzato per arrecare la minaccia. Nel corso del diverbio l’uomo aveva rovesciato a terra un mobile-scarpiera, rotto un interruttore della corrente e gettato in aria uno stendino con i panni. Il coltello è stato sottoposto a sequestro.

Le indagini, condotte anche attraverso le testimonianze della moglie e delle figlie, hanno permesso di appurare che l’uomo di Trecastelli, da circa un anno, avrebbe avuto ripetute condotte violente e prevaricatrici nei confronti della moglie, anche in presenza delle figlie.

Il meccanico, dichiarato in stato di arresto, al termine delle formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Ancona “Montacuto” a disposizione della Procura della Repubblica.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!