Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Strage Corinaldo, disposto il giudizio immediato per i 6 giovani arrestati

Pesanti i capi di imputazione, tra cui l'omicidio preterintenzionale plurimo di 6 persone

2.761 Letture
commenti
Ottica Casagrande Lorella - Ottica a Senigallia
Procura della Repubblica di Ancona, Tribunale di Ancona

Disposto dal Gip del Tribunale di Ancona, Carlo Cimini, su richiesta della Procura, il giudizio immediato per i 6 giovani del modenese arrestati nell’ambito di uno dei due filoni di inchiesta sulla strage della Lanterna Azzurra di Corinaldo dell’8 dicembre 2018.


I 6 (Ugo Di Puorto, Andrea Cavallari, Moez Akari, Raffaele Mormone, Badr Amouiyah, Sohuibab Haddada) tutti tra i 20 e i 23 anni, erano stati arrestati nell’agosto 2019 perché sospettati di essere i componenti della banda dello spray, dedita a furti e rapine nelle discoteche italiane dopo aver scatenato il caos con lo spray urticante.

Con loro era stato arrestato anche Andrea Balugani, anch’egli del modenese, ritenuto il ricettatore della banda: l’uomo ha patteggiato una pena di 4 anni e 2 mesi.

Il processo inizierà ad Ancona il 13 marzo: diversi i campi di imputazione per i 6 giovani, tra cui omicidio preterintenzionale plurimo di 6 persone, lesioni volontarie colpose, associazione a delinquere finalizzata a furti e rapine.

17 persone sono indagate in un altro filone di inchiesta relativo ai permessi rilasciati alla discoteca Lanterna Azzurra e alle sue misure di sicurezza.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!