Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Tragedia della Lanterna Azzurra, il problema del sovraffollamento era stato segnalato

Questo è quanto emerge dall'udienza di venerdì 27 gennaio

1.544 Letture
commenti
Discoteca Lanterna Azzurra a Corinaldo

Nella giornata di venerdì 27 gennaio, è andata in scena una nuova udienza del processo relativo ai tragici fatti della Lanterna Azzurra di Corinaldo: vari i testimoni ascoltati, tra cui il luogotenente Francesco Gagliardi, all’epoca comandante della locale stazione dei Carabinieri.

Gagliardi ha dichiarato che già nel periodo antecedente alla tragedia i militari erano soliti ricevere, anche in forma anonima, numerose segnalazioni da parte di genitori dei giovani che frequentavano la discoteca, fortemente preoccupati per la gestione del locale. Tra le varie criticità indicate, il tema del sovraffollamento era tra le principali.

Riguardo alla drammatica serata del 7 dicembre, Gagliardi ha riferito di aver avuto già nei giorni precedenti la percezione che il concerto di Sfera Ebbasta avrebbe attirato un elevato numero di giovani, ipotesi supportata anche dai controlli svolti sui social network.

Di fronte alle domande poste dall’avvocato Corrado Canafoglia, Gagliardi ha poi ammesso di aver richiamato solo verbalmente i gestori della discoteca, dai quali era peraltro solito ricevere biglietti d’ingresso gratuiti in determinate serate. Ciò si è verificato anche in quella circostanza, con Gagliardi che avrebbe donato i biglietti ai figli di alcuni amici.

Rispondendo al pubblico ministero Gubbinelli, Gagliardi ha aggiunto di esser stato a conoscenza dell’esistenza di altri biglietti omaggio, ma di non sapere chi fosse a beneficiarne.

Ascoltati anche altri testimoni, tra cui un elettricista che si occupava della manutenzione del locale. Secondo quanto testimoniato, i gestori acquistavano il materiale, mentre lui eseguiva gli interventi in nero. 

L’udienza è stata rinviata al 3 febbraio.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!