Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa
Marche Notizie - Marchenotizie.info

Martellate al nonno, Morganti verso il rito immediato

Procedura abbreviata contro il 30enne di Corinaldo che ridusse in fin di vita Giuseppe Manoni aggredendolo in strada

2.251 Letture
commenti
toghe, giudici, udienza, tribunale, processo

Chiesto il rito immediato per Mattia Morganti, il 30enne corinaldese che nel novembre scorso colpì con un martello il nonno 74enne, Giuseppe Manoni, per poi costituirsi presso la stazione dei Carabinieri. Un episodio, quello dell’11 novembre 2015, che destò molto scalpore nella cittadina gorettiana per la violenza di un’aggressione avvenuta in via del Crocefissetto dove il pensionato è stato poi lasciato agonizzante in una pozza di sangue dal nipote.

Per il giovane corinaldese verrà richiesto dal pm Irene Bilotta che il giudizio avvenga direttamente davanti alla Corte d’Assise di Ancona: un procedimento “breve” che si chiede solitamente quando vi sono prove inconfutabili di colpevolezza. Lo stesso Morganti si era recato presso la caserma dei carabinieri per accusarsi di aver ucciso il nonno, pur senza dichiarare il movente. Movente che potrebbe essere ricercato nelle continue richieste di denaro che i nonni avevano ricevuto.

Sul giovane – che soffre di disturbi psichici, anche se in passato non aveva mai dato segni di violenza – verrà richiesta una perizia psichiatrica per accertare se fosse capace di intendere e volere o meno: attualmente è in prigione nel carcere di Montacuto, con l’accusa di tentato omicidio aggravato da futili motivi, vincolo di parentela e premeditazione; lesioni personali gravissime; porto illegale in luogo pubblico di oggetti atti ad offendere.

Nel frattempo, rimangono gravi le condizioni del nonno: ricoverato all’ospedale regionale di Torrette di Ancona, Giuseppe Manoni si è risvegliato dal coma ed è stato trasferito nel reparto di neurologia dove deve lottare per le ferite al capo ricevute dal nipote armato di un martello e di un coltello.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!