Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Profondo lutto a Serra de’ Conti per la morte dello scrittore Ilio Tonti

Nato ad Arcevia e per molti anni a Roma, viveva da tempo nella Casa di Riposo "Villa Leandra"

Ilio Tonti

Grande lutto a Serra de’ Conti per l’improvvisa morte all’età di 76 anni di Ilio Tonti, uomo molto noto e da tutti apprezzato per la sua cordialità.

Ilio era nato ad Arcevia e poi si era trasferito a Roma dove aveva lavorato per molti anni quale direttore di sala di un noto Albergo mettendosi in luce per il costante e professionale impegno tanto da ottenere gli apprezzamenti dei Dirigenti. Una volta che era andato in pensione, aveva scelto quale sua dimora Serra de’ Conti e precisamente la Casa di Riposo “Villa Leandra”.

Era solito venire nel centro storico dove era riuscito a farsi molti amici con i quali si intratteneva al bar. Uomo di grande cultura ,aveva iniziato a scrivere libri nel 2012 pubblicando il volumetto “Le Rose di Villa Leandra” presentato in Sala Italia ottenendo molti consensi di critica e di pubblico tanto da doverlo ristampare e il cui ricavato aveva deciso di devolverlo alla locale sezione dell’Anteas presieduta dal compianto Giacinto Giombini.

Nel 2014 aveva pubblicato il libro “Se avessi senza nemmeno sedermi” a cui era seguito nell’ottobre 2016 “Tre volti nella Villa” nel quale narrava l’attività di tre noti artigiani serrani. Da molti mesi non lo si vedeva in Paese ma stava scrivendo un nuovo libro nel quale raccontava le diverse problematiche sociali collegate alle restrizioni del Covid.

Le onoranze funebri si svolgeranno alle ore 10 di venerdì 20 presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria de’ Abbatissis.

da Mario Romagnoli

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!