Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

Torna a Corinaldo l’Imu sui terreni agricoli

Porfiri: “Penalizzate aree che avrebbero bisogno di attenzione e di sostegno”

Corinaldo, vista panoramicaIl vecchio proverbio che recita “al peggio non c’è mai fine”, trova oggi, tutta la mia approvazione. Con un provvedimento del Ministero dell’Economia si rivede la tassazione IMU sui terreni agricoli: con un solo colpo sono stati annullati tutti i benefici di un decreto del 1993.



Finora erano esclusi dal pagamento tutti i proprietari di terreni che si trovavano nelle zone montane, tra cui Corinaldo, elencati nell’allegato A della circolare n. 9/1993. Ora non sarà più così. Resteranno completamente esenti solo i proprietari di terreni nei Comuni a oltre 600 metri di altitudine, esenzione parziale per quelli tra i 281 e i 600 metri, pagamento completo dell’IMU sui terreni agricoli per tutti i proprietari nei Comuni al di sotto dei 281 metri.

Entro il 16 dicembre, salvo rettifiche in extremis, molti proprietari di terreni, dopo un ventennio di esenzione da imposte patrimoniali, dovranno versare nelle casse comunali, peraltro in unica soluzione, l’IMU relativa al 2014. Un colpo da KO non solo per la nostra agricoltura, come se non fossero sufficienti le alluvioni devastanti che purtroppo hanno dilaniato i nostri territori, ma per l’intero entroterra che vede ancora una volta penalizzate quelle aree che avrebbero invece bisogno di attenzione e di sostegno per la cura e per gli investimento di manutenzione.

Rosanna PorfiriA 15 giorni dalla scadenza non ci è dato sapere altro (aliquota, base imponibile, ecc..), l’unico dato certo a conoscenza dei Comuni, tra l’altro oltre termine previsto per l’assestamento del bilancio, è il taglio di ulteriori risorse: 170.000 euro che il Comune di Corinaldo dovrà incassare direttamente dai propri cittadini proprietari di terreni.
La soluzione allo studio del Governo sarebbe quella di versare entro il 16 dicembre un conto “provvisorio”, da conguagliare poi il prossimo anno sulla base di parametri più precisi.

Siamo veramente spettatori increduli dell’ennesimo spettacolo a cura del “Teatro dell’assurdo”. In accordo con il sindaco Matteo Principi, sarà inoltre nostra premura contattare immediatamente i parlamentari marchigiani per manifestare la disapprovazione verso il provvedimento e chiedere un diretto interessamento per la risoluzione.

da Rosanna Porfiri, assessore al bilancio del Comune di Corinaldo

Redazione Valmisa
Pubblicato Martedì 2 dicembre, 2014 
alle ore 18:03
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!