Valmisa
Versione ottimizzata per la stampa

“Macchina comunale di Arcevia sempre più depotenziata”

"E il colpevole ha un solo nome: Terre della Marca Senone"

Da Adamo - Osteria e Locanda a Senigallia (AN) - Ristorante: pasta, pane e dolci fatti in casa
Corso Mazzini, ad Arcevia

In questi giorni ci sono pervenute numerose richieste, dove venivano domandate quali sono le motivazioni che hanno indotto il rapido depotenziamento della macchina comunale sia a livello di personale che di servizi.


Informiamo i cittadini che la causa di tutto ciò è l’adesione all’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”, tanto acclarata e voluta dal Sindaco e da tutta Amministrazione.

Noi dell’Opposizione abbiamo fortemente osteggiato questo passaggio, poiché riteniamo che l’Unione così come pensata sarà solo una scatola vuota dove trarranno vantaggio altri comuni ma non per il nostro. Avevamo già rimarcato come all’interno del Documento Unico di Programmazione non venissero menzionate le decisioni già prese ed eseguite sullo smembramento degli uffici comunali di Arcevia con i trasferimenti di buona parte dei dipendenti. Ma a fine dicembre il Consiglio dell’Unione ha votato il conferimento dell’intero ufficio Ragioneria di Arcevia all’Unione, trasferendo la sede a Serra de’Conti, togliendo così la titolarità e presidio ad Arcevia.

Ma a fine dicembre il Consiglio dell’Unione ha votato il conferimento dell’intero ufficio Ragioneria di Arcevia all’Unione. Il controsenso appare palese perché, dopo che finalmente il Comune riesce a bandire ben due concorsi per assunzione del personale, in meno di due anni decide di rinunciare a queste figure trasferendole, una presso l’ufficio dell’Unione della Marca Senone di Trecastelli, Ambito Sociale e l’altra occupandola nell’ufficio contabilità sempre dell’Unione.

Nonostante ciò, si sentono sempre, da parte dell’Amministrazione, lamentele su come l’organico del nostro comune sia insufficiente per riuscire a portare avanti le mansioni quotidiane, su come il blocco delle assunzioni gravi su questo già pesante fardello, però, nessuno che provi a tutelare i nostri servizi comunali e questo solo a favore di una Politica che tende a decentralizzare il nostro territorio lasciando che Arcevia resti sola e isolata in un entroterra vasto e sempre più povero.

Siamo tristemente consapevoli che se non si prendono provvedimenti al più presto, questo meccanismo, già innescato, sarà incontrovertibile e se non arginato in tempo porterà al lento e definitivo smantellamento degli Uffici comunali e alla perdita della nostra identità di comunità Arcevia. E per cosa? Per aderire ad un Progetto politico dettato dall’alto.

Da

Arcevia per Arcevia 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Valmisa.com e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!